fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers ok anche contro Memphis, ma niente tiri liberi per LeBron James: “Non va bene”

Lakers ok anche contro Memphis, ma niente tiri liberi per LeBron James: “Non va bene”

di Michele Gibin

I Lakers in back to back devono sudare fino all’ultimo minuto per sbarazzarsi dei giovani Memphis Grizzlies di Ja Morant e Jaren Jackson Jr, e stavolta alla vittoria si accompagnano alcune polemiche sull’arbitraggio.

LeBron James ha guidato i suoi con 30 punti, 6 rimbalzi, 4 assist, con 14 su 27 al tiro… ma nessun tiro libero tentato in ben 39 minuti di gioco. In una partita equilibrata e tesa, è un layup di James a dare il vantaggio definitivo ai Los Angeles Lakers per tenere a distanza i Grizzlies ad un minuto e mezzo dal termine. Anthony Davis chiude la sua gara con 22 punti e 4 rimbalzi, dalla panchina Rajon Rondo si rivela prezioso con 14 punti, 5 rimbalzi e 6 assist, ed i Lakers trovano la vittoria stagionale numero 14.

LeBron James: “Niente tiri liberi? Guardate le mie braccia…”

Come riportato da ESPN, i 27 tiri presi da LeBron James senza viaggi in lunetta in partita singola, sono il nuovo record personale per il tre volte campione NBA. 16 dei suoi 27 tiri sono arrivati da dentro l’area: “Se mi guardate le braccia” Spiega James nel post partita “Vedrete che si saranno almeno 5 o 6 graffi, che risalgono alle ultime due partite, ma niente fischi arbitrali“. LeBron James sta viaggiando ad una media di 5.6 tiri liberi tentati a partita, la più bassa in carriera, ed i Lakers attribuiscono buona parte del calo al metro arbitrale adottato contro la loro star.

Chiederemo spiegazioni nelle sedi competenti” Così Frank VogelNe parleremo con la NBA, certo è una cosa frustrante. LeBron gioca in area, attacca il canestro, e vederlo non ricevere nemmeno un fischio, è frustrante“.

Nulla che possa fermarmi, comunque” di nuovo JamesStasera non mi ha fermato, io continuerò a giocare come ho sempre fatto, certo andare in lunetta è utile, aiuta la nostra difesa a sistemarsi meglio, a prendere posizione, andando in lunetta si rallentano gioco e ritmo… io sento i colpi che ricevo, ma non cambierò il mio modo di giocare per questo“.

Jared Dudley, super veterano NBA e da quest’anno ai Los Angeles Lakers, dà la sua interpretazione: “LeBron non accentua i contatti agitando le braccia come fa James Harden, ad esempio: lui cerca solo di batteri con la potenza fisica, ed a volte guadagnarsi un fischio diventa più difficile. Vorrà dire che in allenamento marcherò un po’ LeBron e gli insegnerò un po’ di trucchi!“. Danny Green: “James dovrebbe tentare almeno 10 liberi a partita, per come gioca. Il basket è un gioco fisico, e lui non è tipo da flop, per cui gli arbitri vanno un po’ in difficoltà con lui, perché LeBron è così grosso e potente se comparato agli altri“.

I Lakers sono intanto protagonisti di una delle migliori partenze di stagione regolare della loro storia recente. Il record di 14-2 tiene gli uomini di coach Vogel al primo posto nella Western Conference, i Los Angeles Lakers si sono fin qui dimostrati praticamente imbattibili sia in casa che lontano dallo Staples Center (6-1 il record in trasferta): “Stiamo giocando un’ottima pallacanestro, siamo contenti di dove siamo (…) per noi una buona partenza ma non siamo assolutamente soddisfatti. Dobbiamo migliorare ancora“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi