Lonzo Ball e i Pelicans pronti a correre: "Torno a giocare il mio basket"
143931
post-template-default,single,single-post,postid-143931,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Lonzo Ball e i New Orleans Pelicans pronti a correre: “Torno a giocare il mio basket”

Lonzo Ball

Lonzo Ball e i New Orleans Pelicans pronti a correre: “Torno a giocare il mio basket”

Mentre i Lakers presentano la star Anthony Davis, Lonzo Ball si prepara alla sua nuova avventura ai New Orleans Pelicans e si dice entusiasta della possibilità.

Una ripartenza per me” Così Ball intercettato da ESPN al PUBG MOBILE Team Up Superstar Showdown “So che a New Orleans non vedono l’ora di vedermi in campo, ed anch’io non vedo l’ora. Squadra nuova, franchigia nuova, una nuova situazione tecnica… tutto sarà diverso, potrò tornare a giocare la pallacanestro che prediligo“.

I nuovi New Orleans Pelicans assemblati in soli due mesi dal team di David Griffin si propongono come una delle squadre più veloci e divertenti: di fianco alla star Jrue Holiday si muoveranno alla velocità della luce Ball e la prima scelta assoluta del draft NBA 2019, il debordante Zion Williamson. Brandon Ingram, Derrick Favors e l’ex 76ers J.J. Redick completeranno il quintetto di coach Alvin Gentry, e dalla panchina i veterani E’twaun Moore e Darius Miller si giocheranno minuti con i giovani Josh Hart, Kenrich Williams, Frank Williams e con il lunghissimo Jaxson Hayes da Texas. “L’altro” rookie Nickeil Alexander-Walker, selezionato da Virginia Tech con la chiamata numero 17,  potrebbe trovare spazio dopo un’ottima Summer League.

Non ho mai visto nessuno di quella stazza muoversi come lui” Così Lonzo Ball sul prossimo compagno di squadra Zion Williamson “E’ uno scherzo della natura, qualcosa di mai visto… con le sue capacità ed il suo atletismo, sarà davvero difficile da fermare una volta presa velocità, cercheremo di giocare in velocità e correre ad ogni occasione possibile“.

Con le qualità atletiche di Williamson, Ingram e Holiday e con la visione di gioco di Ball, è facile pronosticare dei Pelicans da quarta perennemente inserita. Coach Gentry chiederà ai suoi corsa e gioco in transizione, le doti balistiche di Redick, Miller, Moore e Hart renderanno i nuovi Pels una squadra temibile. Nella metà campo difensiva, la coppia Ball-Holiday potrebbe rivelarsi uno dei back-court più lunghi ed insidiosi dell’intera lega, in una difesa che però dovrà fare a meno della presenza a centro area di Anthony Davis. All’ex Jazz Favors, a Jahlil Okafor ed all’azzurro Nicolò Melli il compito di riempire e presidiare l’area.

L’infortunio alla caviglia che ha chiuso anzitempo la stagione 2018\19 di Lonzo Ball è ormai alle spalle. Il prodotto di UCLA ha ripreso gli allenamenti ed in due settimane potrà tornare a sedute complete: “Gli infortuni sono stati un bel problema ma fanno pare del gioco, si va avanti. Sono nella NBA da appena 2 anni, non vedo l’ora di riprendere a giocare e far veder al mondo che cosa so fare“.

La trade? Sapevo che Anthony Davis voleva Los Angeles, sapevo che qualcosa sarebbe successo” Ball parla dello scambio che lo scorso 20 giugno lo ha portato assieme ai compagni Brandon Ingram e Josh Hart a New Orleans “I Lakers hanno fatto ciò che dovevano, sinceramente era una cosa che mi aspettavo e sono contento che (Ingram e Hart, ndr) ci siano“.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment