fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers, Rondo benedice Anthony Davis: “Incredibile, come lui solo Kevin Garnett”

Lakers, Rondo benedice Anthony Davis: “Incredibile, come lui solo Kevin Garnett”

di Francesco Catalano

Grande successo per il media day dei Los Angeles Lakers, squadra che al suo interno ha ritrovato l’asse Rajon Rondo-Anthony Davis. I due hanno già giocato due stagioni insieme in quel di New Orleans raggiungendo le semifinali di Conference, proprio grazie ad una alchimia particolare che si era creata tra i due cestisti. Ci sarebbe potuto essere anche il terzo, ovvero DeMarcus Cousins, ma l’ex Warriors sta passando probabilmente il peggior momento della sua carriera: rottura del legamento crociato e problemi giudiziari.

Coach Frank Vogel, quindi tra le altre cose, potrà contare anche sull’intesa che già è presente tra i due ex Pelicans. Rajon Rondo, poi, intervistato da Rachel Nichols, ha speso parole di grandi elogio per AD. Lo ha infatti paragonato ad uno dei giocatori più forti nella storia del basket che hanno stazionato nel ruolo di ala grande.

Non ho mai giocato con un ragazzo così eccezionale che può fare ogni cosa, giocate intangibili e può fare anche la differenza in entrambe le parti del campo, dai tempi di Kevin Garnett.”

Un paragone che quindi non può che lusingare Davis. Rondo infatti ha fatto parte nel 2008 di quegli incredibili Boston Celtics di coach Doc Rivers che hanno vinto il il titolo e ci sono poi andati vicinissimi anche nel 2010. Era l’era dei “big three”: Paul Pierce, Kevin Garnett e Ray Allen. E vicino a quei giganti c’era nel ruolo di point guard proprio il giovane Rajon Rondo che lì ha vissuto uno dei momenti migliori della sua carriera.

Garnett durante quell’anno ha giganteggiato sotto canestro e maramaldeggiato in ogni senso. Per di più, difensivamente, era un muro invalicabile. Davis, senza dubbio, ha tutte le le caratteristiche e le potenzialità per raggiungere quei livelli. Anche se caratterialmente Garnett era un giocatore diverso: scomodo, fastidioso, provocatore. Uno dei re del trash talking; però, in ogni caso, un giocatore incredibile.

Rondo sta sognando probabilmente di vincere un altro titolo. E in questo scenario Davis può essere proprio il degno erede di Kevin Garnett. E poi, ci sono Lebron James e compagni a chiudere il quadretto.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi