Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDallas Mavericks NBA, Luka Doncic e i Mavs battono Utah: “Vogliamo il quarto posto”

NBA, Luka Doncic e i Mavs battono Utah: “Vogliamo il quarto posto”

di Michele Gibin
luka doncic

I Dallas Mavericks di Luka Doncic battono anche gli Utah Jazz e ora vedono il quarto posto in classifica nella Western Conference, lontano ormai sola mezza partita.

I Mavs (40-25) si sono imposti per 111-103, una prova di forza in cui i padroni di casa non sono mai andati sotto nel punteggio, guidati da un Doncic formato MVP da 35 punti, 16 rimbalzi e 7 assist con 6 triple a bersaglio, e che chiudono a quota 17 tiri da tre segnati di squadra. Il suo rivale di giornata Donovan Mitchell incappa invece in una brutta serata di tiro da 5 su 19.

Due squadre, Dallas e Utah, che in campo hanno dato l’impressione di sapere che con tutta probabilità si rivedranno al primo turno dei playoffs NBA 2022. Due settimane fa i Jazz l’avevano spuntata a Utah, oggi i Mavs hanno restituito il cazzotto.

Giochiamo per il quarto posto, che vuol dire vantaggio del campo. Non l’abbiamo mai avuto ai playoffs da quando sono qui, dobbiamo provarci“, così Luka Doncic dopo la partita “Oggi è stata una bella partita, con momenti anche ruvidi“.

Dallas ha toccato anche i 21 punti di vantaggio nel terzo quarto, con Doncic, Spencer Dinwiddie e il solito preziosissimo Dorian Finney-Smith a farsi trovare pronto sugli scarichi. I Mavs non hanno pagato l’assenza di Jalen Brunson.

Per i Jazz, momenti di frustrazione per Rudy Gobert, che è stato punito con un fallo tecnico per un contatto con Dwight Powell, e che ha rischiato l’espulsione per uno sgambetto involontario ai danni di Doncic, che ha a propria volta tentato di accentuare la cosa: “All’inizio ho pensato avesse fatto apposta, poi ho visto che non era così, non è successo nulla“.

Gobert ha avuto da eccepire dopo la partita con la panchina dei Mavericks, a suo dire troppo sguaiata nell’occasione: “Senti questi giocatori, gente che non gioca mai e che parla, e gli arbitri sono lì a sentire e non fanno nulla. Ma non vale la pena farsi buttare fuori per queste cose“.

Jazz (40-24) e Mavs sono ora separati da sola mezza partita di distacco, Dallas è assieme a Boston Celtics, Philadelphia 76ers e Miami Heat la squadra più in forma della NBA e ha vinto 5 partite di fila e 8 delle ultime 10. La squadra di coach Jason Kidd ha beneficiato della trade che ha portato a Dallas Dinwiddie e un altro tiratore come Davis Bertans, ora in attacco il campo è largo per permettere a Doncic di esplorare al meglio i pick and roll con Kleber, Finney-Smith e Powell, con Dinwiddie e Brunson come trattatori della palla secondari, che possono attaccare in palleggio le difese “piegate” da Luka.

A questo ritmo di vittorie, i Mavericks potrebbero puntare anche più in alto, al terzo posto ora occupato dai Golden State Warriors in flessione, e che sono ora avanti di 3 partite. Gli scontri diretti in caso di parità favorirebbero i Mavs.

You may also like

Lascia un commento