fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationLeBron James Magic-Johnson-Lakers, nessun rancore: “LeBron è ancora il migliore, e con Davis…”

Magic-Johnson-Lakers, nessun rancore: “LeBron è ancora il migliore, e con Davis…”

di Michele Gibin

Magic Johnson-Lakers, nessun rancore: “Le polemiche il passato, voglio solo il benne di questa squadra“.

Ormai libero da incarichi, Magic Johnson si permette qualche pronostico per la stagione NBA che verrà, con un occhio di riguardo ai pur sempre suoi Los Angeles Lakers della coppia inedita LeBron James Anthony Davis.

In un intervento sul palco del 2019 BET Experience Genius Talks, Magic ha parlato di stagione di rivincita per LeBron: “James è ancora il miglior giocatore di pallacanestro su piazza, e quando di fianco a lui metti un’altra superstar come Davis, allora le cose si fanno interessanti. Sapranno mettersi nelle condizioni migliori per dominare, senza ‘pestarsi i piedi’ ed aprendo il campo per i compagni“.

Un Anthony Davis che Johnson tentò senza successo di portare ai Lakers già lo scorso febbraio. La differenza sostanziale tra 5 mesi fa ed oggi? La draft lottery che ha accontentato un po’ tutti, sull’asse New Orleans-Los Angeles, ed un nuovo super-dirigente ai Pelicans – l’abile David Griffin – chiamato in Louisiana per rifondare la squadra e risolvere “presto e bene” la grana Davis.

Magic Johnson-Lakers: “La trade Davis? Felice per Jeanie Buss”

Magic Johnson non ha ovviamente avuto parte attiva alla trade, dopo le sue dimissioni a sorpresa dello scorso 9 aprile e le aspre polemiche con i suoi ex colleghi e sottoposti nel front office dei Los Angeles Lakers.

A trade conclusa, Magic ha comunque voluto congratularsi con la squadra e con il gm ed ex braccio destro Rob Pelinka, via Twitter:

Continuerò comunque a stare vicino alla squadra ed a dare consigliCosì Johnson al LA Times qualche giorno faE nonostante tutto quello che è successo tra di noi, voglio congratularmi con Rob Pelinka, ha messo a segno un gran colpo per i Lakers: stiamo tornando. Credo che l’arrivo di un giocatore del genere non possa che invogliare i free agent a scegliere Los Angeles“.

Parole concilianti anche per la proprietaria della squadra Jeanie Buss, grande sponsor di Magic Johnson all’epoca: “Ha dimostrato a tutti chi è il capo, chi comanda, dopo i problemi di febbraio ha incassato tante critiche, sono felice per lei (…) ho detto a tutti loro che questa trade renderà competitiva la squadra per i prossimi 10 anni, le polemiche? Il passato è passato, voglio solo il bene di questa squadra, ora lasciamo che tutti facciano il proprio lavoro, ci sarà il tempo per parlare a quattrocchi“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi