fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDallas Mavericks Mavs-Bucks, finalmente Porzingis! Giannis si ferma a 18: “Ora test Lakers”

Mavs-Bucks, finalmente Porzingis! Giannis si ferma a 18: “Ora test Lakers”

di Michele Gibin

No Doncic, no problem, i Dallas Mavs sorprendono i Milwaukee Bucks al Fiserv Forum, e con una vittoria di misura spezzano a 18 la striscia di vittorie consecutive di Giannis Antetokounmpo e compagni.

Luka Doncic rimarrà fuori dai giochi per almeno due settimane dopo l’infortunio alla caviglia di domenica contro i Miami Heat, i Bucks devono al contempo fare a meno della loro point guard titolare, Eric Bledsoe, out per un problema alla gamba destra. L’assenza di Doncic è l’occasione per Kristaps Porzingis di tornare a brillare da prima opzione offensiva della squadra, ed il lettone risponde con 26 punti e 12 rimbalzi in 33 minuti, con 9 su 19 al tiro (4 su 8 al tiro da tre punti) e due triple importanti per tenere indietro i Bucks ad inizio quarto periodo.

Seth Curry conferma l’ottimo momento di forma è chiude con altri 26 punti in uscita dalla panchina, con 4 su 8 al tiro pesante. Il tiro da tre punti è una delle chiavi del successo Mavs, che chiudono con 16 su 41.

I Bucks sono soprattutto Giannis Antetokounmpo. 48 punti, 14 rimbalzi e 4 assist, con 11 su 16 ai tiri liberi, ma Milwaukee è tradita dal tiro da tre punti (11 su 41), che durante la lunga striscia positiva era stata l’arma offensiva principale (38% su oltre 38 tentativi a partita nelle ultime 15 uscite). Khris Middkleton e Brook Lopez faticano a trovare il canestro, Donte DiVincenzo sostituisce in regia Bledsoe e chiude con 9 assist, ma soli 5 punti.

Mavericks in controllo per buona parte della gara, ma che subiscono il ritorno dei Bucks dal -15 con un parziale di 21-9 nel quarto periodo. La difesa dei Mavs regge l’urto di Giannis Antetokounmpo nel finale, e si assicura la 18esima vittoria stagionale.

Avremmo dovuto chiuderla prima, abbiamo fatto più fatica del necessario nel finale” Così Kristaps Porzingis, la cui prova convincente è un gran segnale per Dallas “Ma alla fine l’abbiamo vinta (…) la nostra mentalità non cambia: casa o trasferta, scendiamo in campo per vincere, quali che siano i problemi. Oggi abbiamo fatto molto bene, ed abbiamo ancora spazio per crescere, un bel passo avanti. Doncic? Vogliamo che si rimetta in fretta, abbiamo bisogno di lui“.

I miei tiri? Ho segnato due triple importanti anche con Giannis davanti a me, loro sapevano che siamo ottimi tiratori, ma non solo: abbiamo tante armi in attacco, tanti giocatori che possono segnare 20 punti a sera. Oggi, Seth (curry, ndr) è stato grande, giocare contro di noi è dura

10-2 l’invidiabile record fuori casa dei Dallas Mavs, che si portano in Texas la prestigiosa “testa” dei Bucks a mo’ di trofeo. “Guardando indietro, la nostra serie è stata fantastica” Così Giannis AntetokounmpoAbbiamo giocato contro buone squadre, contro squadre meno buone, ma abbiamo sempre fatto il nostro dovere. Oggi è andata così, ma nessuno qui pensava sarebbe stato facile“. Per Milwaukee ora la sfida al vertice contro i Los Angeles Lakers al Fiserv Forum: “Sarà un gran test per noi, i Lakers sono i migliori, dovremo darci dentro, muovere il pallone e giocare di squadra, non vogliamo perderne due di fila. Loro hanno due dei migliori cinque giocatori del mondo, per cui…“.

Rick Carlisle è soddisfatto della prova dei suoi, che hanno risposto presente all’assenza di Luka Doncic: “Luka sta meglio, non usa le stampelle e porta un tutore, sta facendo fisioterapia. mercoledì sera ci saranno altri aggiornamenti. 18 partite di fila sono una straordinaria prova di forza, noi siamo arrivati qui con l’idea di concentrarci solo su noi stessi, con un piano partita molto semplice ma che ha funzionato“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi