fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDallas Mavericks I Mavs e Doncic fanno la voce grossa contro i Lakers, Davis: “Ci siamo battuti da soli”

I Mavs e Doncic fanno la voce grossa contro i Lakers, Davis: “Ci siamo battuti da soli”

di Michele Gibin

Luka Doncic ed i Dallas Mavs fanno la voce grossa allo Staples Center di Los Angeles contro i Lakers, al ritorno dal primo giro di trasferte stagionali, e si impongono per 114-110.

I Lakers di LeBron James a Anthony Davis segnano soli 38 punti nel secondo tempo, il divario tra le due squadre si scava nel terzo periodo, che i Mavs chiudono con un parziale di 35-17. Nel quarto periodo, troppo poche le energie dei padroni di casa per risalire, ed il match si chiude. Luka Doncic guida come al solito i suoi e chiude sfiorando la tripla doppia, con 27 punti (10 su 24 al tiro), 10 assist e 9 rimbalzi.

Decisivo per i Mavs (13-6) l’apporto dalla panchina di Delon Wright (15 punti, 9 assist e 4 recuperi difensivi in 28 minuti) e di Justin Jackson, che in soli 15 minuti chiude con 15 punti e 3 su 5 al tiro pesante. Per Kristaps Porzingis una gara disciplinata, da 15 punti e 6 rimbalzi in 28 minuti.

21 dei 27 punti totali di Doncic arrivano nel secondo tempo, alla presenza del grande ex Dirk Nowitzki venuto a godersi dalla prima fila la sfida tra il giovane fuoriclasse sloveno e LeBron James: “Una vittoria che per noi ha grande importanza. Abbiamo dimostrato che possiamo competere contro le grandi, e dobbiamo solo continuare così“.

Ha segnato come al solito un paio di tiri incredibili” Così coach Rick CarlisleCi sono solo un cerchia ristretta di giocatori che possono segnare tiri del genere, LeBron è uno di quelli, Luka lo è. Quegli step-back da 8 metri, è avvero difficile descrivere che razza di tiro difficile sia, e quanto facilmente lui riesca a segnarli“.

Per i Lakers una prestazione difensiva insufficiente, parzialmente spiegata dalla fatica delle trasferte e dal leggero stato influenzale di James e Davis, Per l’intera gara e soprattutto nel secondo tempo, i giallo viola hanno “rincorso” le guardie dei Mavs, che hanno tentato ben 49 tiri da tre punti (17 quelli a bersaglio), con un Delon Wright che si conferma sesto uomo di estrema utilità per coach Carlisle. “Quel che non vuoi fare è raddoppiare contro una squadra che spara a così alto volume da tre punti” Così Frank VogelMa Luka è così bravo che ti costringe (a raddoppiarlo, ndr)”.

La nostra difesa è stata terribile oggi” Anthony Davis non cerca scuse. Per lui 27 punti e 10 rimbalzi, in 36 minuti di gioco “Non siamo andati a rimbalzo, ed abbiamo concesso troppi punti da secondi possessi, e loro ce li hanno fatti pagare con tanti tiri da tre punti. Brutta sconfitta, ma sappiamo che non vogliamo perdere due partite di fila“.

Per i Los Angeles Lakers (17-3), la partita contro i Mavs può essere considerata il primo vero stop stagionale, dopo 10 vittorie consecutive ed un calendario benevolo per LeBron James e compagni ad inizio stagione. Contro i Mavericks, è comunque sceso in campo Kyle Kuzma, che ha rimediato un infortunio alla caviglia nell’ultima partita contro gli Washington Wizards. “E’ solo una sconfitta, non ci perderemo il sonno” ancora Davis “Sappiamo che squadra siamo, stiamo giocando bene, bravi i Mavs ma noi ci siamo battuti da soli oggi, non andando a rimbalzo“.

LeBron James ha chiuso la sua partita sfiorando a sua volta la tripla doppia, con 25 punti, 9 rimbalzi e 8 assist ma fallendo tutte 5 le conclusioni da tre punti tentate. I Lakers voleranno ora a Denver per sfidare i temibili Nuggets al Pepsi center: “Giocare lì è sempre dura, ma se faremo le cose che sappiamo fare, non c’è nessuno che potrà batterci” Chiude coach Vogel.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi