Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti NBA, come i rischi calcolati di Daigneult hanno riaperto la serie tra Thunder e Mavs

NBA, come i rischi calcolati di Daigneult hanno riaperto la serie tra Thunder e Mavs

di Michele Gibin

Un quarto quarto da 35-27 di parziale e un provvidenziale fallo di Shai Gilgeous-Alexander ai danni di PJ Washington, con i suoi avanti di tre punti, regalano agli Oklahoma City Thunder il punto del 2-2 nella serie contro i Dallas Mavs, per 100-96.

OKC è sotto nel punteggio per quasi tutta la partita a Dallas ma i Mavs sono traditi dalle percentuali basse nel quarto periodo, in cui Luka Doncic arriva in condizioni fisiche precarie. E’ proprio il giocatore sloveno a fallire il primo dei due tiri liberi che con 10 secondi ancora sul cronometro della partita avrebbero dato a Dallas la parità sul 96-96, Luka termina con una tripla doppia da 18 punti con 12 rimbalzi e 10 assist ma da 6 su 20 al tiro e 2 su 9 da tre.

Dall’altra parte sono Gilgeous-Alexander, Jalen Williams e Chet Holmgren i protagonisti. Shai segna 34 punti con 8 rimbalzi e 5 assist, il lungo ex Gonzaga chiude con 18 punti, 9 rimbalzi e 4 stoppate, SGA sigla poi la giocata della partita con la freddezza di commettere fallo su Washington a 3.2 secondi dal termine, con  i Thunder avanti per 98-95. In transizione offensiva con l’ultimo possesso della partita, i Mavs giocano per il pareggio, Doncic trova PJ Washington in punta sul perimetro, l’ex Hornets finta il tiro e in salto trova Tim Hardaway Jr nell’angolo destro. Hardaway si alza per tirare ma allo stesso momento l’arbitro ferma il gioco e fischia il fallo intenzionale di Gilgeous-Alexander su Washington, per mandarlo in lunetta in bonus e evitare un gioco da tre punti. Un rischio calcolato e che dà i suoi frutti, l’ala dei Mavericks sbaglia il primo tiro libero e la partita si chiude di fatto qui.

PJ Washington macchia una partita ancora di livello, dopo gli exploit di gara 2 e gara 3, e in cui ha segnato 21 punti con 12 rimbalzi e 5 triple a bersaglio. Il capolavoro tattico, seppur rischioso, lo compie però Gilgeous-Alexander. In precedenza era stato Jalen Williams a dare ai Thunder il +3 sul 94-91 a 1:29 dallo scadere.

I Mavericks hanno ceduto il fattore campo ai Thunder dopo esserselo preso vincendo a OKC in gara 2, gara 5 si giocherà al Paycom Center di Oklahoma City e la squadra di coach Mark Daigneault vi arriva sapendo di aver schivato un colpo da potenziale KO. Dopo la partita, Luka Doncic ha recriminato sulle percentuali in lunetta dei suoi, da 52%: “Inaccettabile, dovremo lavorarci su“. OKC ha fallito un solo libero in partita, 23 su 24, mentre Dallas si è fermata sul 12 su 23.

I Mavs sono stati in vantaggio anche di 14 punti in gara 4, mettendo in campo la miglior difesa possibile contro Shai Gilgeous-Alexander, riempiendo l’area con il duo Daniel Gafford e Dereck Lively II e con PJ Washington. Solo nel quarto quarto OKC è riuscita a aggirare il piano, e ha chiuso con il 38% dal campo e appena 7 su 27 da tre.

I Mavs hanno commesso 13 palle perse totali, Kyrie Irving ha giocato per tre quarti una partita efficace come distributore, con 9 assist finali, ma si è limitato a soli 11 tiri. Anche quando nel quarto periodo ci sarebbe stato bisogno di più aggressività, con un Doncic limitato dai colpi e dai problemi fisici. Doncic e Irving stanno segnando in due appena 37 punti di media nella serie, Kyrie non ha mai segnato più dei 22 punti di gara 3 e si è conquistato soli 11 tiri liberi in 4 uscite, e 2 nelle ultime due. 13 le palle perse.

Irving è stato con Washington il motore del parziale con dui Dallas è andata sul +14 e ancora sul +11 nel terzo quarto. L’ex Cavs e Nets sta però patendo in attacco la taglia fisica delle “guardione” dei Thunder, Gilgeous-Alexander, Williams e Cason Wallace, e coach Daigneault ha preso la decisione difficile ma efficace di far giocare pochissimo Josh Giddey, per evitare che i Mavs lo sfidino al tiro e che Jason Kidd possa “parcheggiare” uno tra Irving e Doncic su di lui in difesa.

Loro sono concentrati soprattutto nel collassare in area quando io e lui attacchiamo” ha detto Doncic dopo gara 4 “Ci sono sempre 4 o 5 di loro in area, è difficile così. Dobbiamo solo continuare a trovare l’uomo libero sul perimentro“. La difesa di OKC ha concesso tanti tiri dagli angoli a PJ Washington, Josh Green e Derrick Jones Jr ma solo l’ex Hornets è riuscito a sfruttare lo spazio nelle ultime 3 partite, il gioco sulle percentuali ha premiato i Thunder in gara 4.

You may also like

Lascia un commento