fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors NBA crollo degli ascolti TV, La colpa è anche degli Warriors

NBA crollo degli ascolti TV, La colpa è anche degli Warriors

di Federico Ferri

Secondo John Ourand del Sports Business Journal, la NBA sta affrontando un periodo in cui gli ascolti TV stanno crollando rispetto la scorsa stagione. Ci sono alcuni fattori che potrebbero aver causato ciò, come la stagione della NFL o il crollo dei Golden State Warriors.

TNT in questo inizio di stagione ha riportato un calo degli ascolti del 23%, ESPN del 20% e RSN del 13%. Ma ciò che fa più impressione riguarda forse i Golden State Warriors, infatti secondo John Ourand si è registrato un crollo del 51% per quanto riguarda NBC Sports Bay Area. Certo gli infortuni di Stephen Curry e Klay Thompson, e le partenze di giocatori come Kevin Durant, DeMarcus Cousins e Andre Iguodala hanno influito e non poco, ma certo fa comunque “strano” vedere una squadra come Golden State così in calo.

Il crollo degli ascolti TV è anche colpa degli Warriors, cambiamenti in arrivo

Gli emittenti televisivi però non vogliono starsene con le mani in mano, infatti per ovviare al crollo degli ascolti, ESPN ha deciso di modificare un poco il palinsesto. Al posto di Golden State Warriors-Utah Jazz del 13 Dicembre, sarà trasmessa Los Angeles Clippers-Minnesota Timberwolves. E il 18 dello stesso mese andrà in onda Boston Celtics-Dallas Mavericks al posto di Golden State Warriors-Portland Trail Blazers.

Nulla di anormale in tutto ciò, la NBA è un business e se una squadra non riesce a fornire delle buone prestazioni è giusto che venga data la possibilità ad un’altra di mettersi in mostra. Gli Warriors sono finiti sulla TV nazionale per ben 8 volte, ed in 6 di esse hanno subito una sconfitta.

La squadra di Steve Kerr sta affrontando un momento davvero difficile e complicato, ormai l’attenzione è completamente rivolta alla prossima stagione, ma con una buona scelta alla lotteria del draft e con il ritorno delle proprie stelle, potranno tornare competitivi il prossimo anno.

Potrebbe interessarti anche

1 Commenta

Gio 9 Dicembre 2019 - 20:57

Noooo, la colpa è della qualità del gioco che fa schifo. Mettetevelo bene in testa, voi giovani giornalisti che non avete visto la NBA anni 80: questa roba qui è la parodia del basket vero. Dopo diecimila tiri da tre punti, gente che ormai non fa neanche più finta di difendere, allenatori che non conoscono una sola tattica di squadra e centri che vengono usati come mobili-porta-blocchi, la gente si è cominciata a stufare. Scaricatevi dalla rete qualche partita degli anni 80, per intero, non solo gli highlight e vedetevela tutta: capirete cos’era il gioco di squadra di una volta e la smetterete di credere che questa robaccia qui sia il meglio che si possa vedere su un campo da basket.

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi