fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Coronavirus: 5 squadre in quarantena volontaria, tra cui Celtics e Raptors

Coronavirus: 5 squadre in quarantena volontaria, tra cui Celtics e Raptors

di Michele Gibin

Dopo la sospensione della stagione NBA 2019\20, decretata per ragioni sanitarie e di sicurezza dopo la positività al test per il coronavirus covid-19 di Rudy Gobert degli Utah Jazz, le ultime squadre avversarie dei Jazz saranno messe in quarantena cautelare. Giocatori e staff di Toronto Raptors, Boston Celtics, New York Knicks e Cleveland Cavaliers dovranno osservare il periodo di 14 giorni di quarantena volontaria.

La NBA medita inoltre di estendere la quarantena anche alle squadre che hanno affrontato i 5 team interessati, a causa della possibilità che uno o più giocatori che possano aver contratto il virus dal contatto con Gobert possano a loro volta aver contagiato i colleghi in campo, o staff e media durante le sessioni pre o post partita. Tra le squadre potenzialmente interessate, i San Antonio Spurs, i Denver Nuggets, e i Chicago Bulls, e Washington Wizards e Indiana Pacers.

I giocatori di Utah Jazz e Oklahoma City Thunder, solo poche ore fa pronti a scendere in campo l’uno contro l’altro alla Cheapeake Energy Arena, si trovano oggi in quarantena cautelare, in attesa di disposizioni. La notizia della positività di Gobert è stata comunicata agli arbitri solo pochi attimi prima della palla a due della gara, da un membro dello staff medico dei Thunder. Dopo un breve conciliabolo, gli arbitri hanno chiesto alle due squadre di tornare, e restare, negli spogliatoi, ed ordinato che l’arena fosse lentamente svuotata. La decisione della NBA di sospendere la stagione sarebbe arrivata di lì a pochi minuti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi