fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDallas Mavericks Nowitzki su Doncic: “Pensavo non reggesse la pressione. Mi sbagliavo”

Nowitzki su Doncic: “Pensavo non reggesse la pressione. Mi sbagliavo”

di Francesco Catalano

Nella notte in cui allo Staples Center si sfidavano due giocatori come LeBron James e Luka Doncic, c’era un altro gigante del basket a bordocampo: Dirk Nowitzki. La partita è stata vinta sorprendentemente dai Dallas Mavericks per 114 a 100. Inizialmente, la squadra di coach Rick Carlisle è partita un po’ in sordina, ma nel terzo quarto ha messo una marcia in più ed ha accumulato quel vantaggio che poi è risultato decisivo. Dallas ha messo in campo un gioco corale: non è un caso che Doncic abbia segnato 27 punti ed altri quattro giocatori abbiano raggiunto soglia 15 punti. I Lakers, nonostante una partenza stratosferica determinata anche da un calendario più comodo (va detto), hanno dimostrato di essere troppo dipendenti da LeBron e Davis. E di fare molta più fatica contro le grandi.

La sfida tra l’allievo e il maestro, quindi, è stata vinta dal primo questa volta. Emblema di questo incontro nell’incontro è stata la tripla che nel quarto quarto Doncic ha rifilato in faccia a James. Alto spettacolo. L’ex Real Madrid, nelle sue passate interviste, ha sempre dichiarato che LeBron è stato da il suo idolo ed il suo punto di riferimento. Giocare contro di lui da leader, non era perciò una cosa così normale per lo sloveno.

Di solito, non sono mai teso prima di una partita. In questa partita, lo ero di certo però”. Poi ha detto riguardo a LeBron: “E’ il mio idolo tutt’oggi. Quando sono cresciuto è stato il mio idolo. Non è cambiato niente”.

View this post on Instagram

LUKA ⚔️ LJ @lukadoncic (27p, 10a, 9r, W) and @kingjames (25p, 9r, 8a) match up in LA

A post shared by NBA (@nba) on

Dopo un primo tempo opaco, il giovane leader dei Mavs è esploso, mettendo a referto 27 punti, 10 assits, 9 rimbalzi, con 10 su 23 dal campo e 4 su 10 da tre punti. In seguito, non poteva che arrivare anche il commento dell’ospite speciale della serata, ovvero il grande ex Nowitzki. Che ha ammesso che sul conto di Doncic aveva fatto un errore di valutazione.

Devo essere onesto. Pensavo che dovesse passare attraverso una dura transizione nel suo secondo anno. Solo perché era stato così fenomenale lo scorso anno con tutte quelle triple doppie, pensavo che le persone lo avrebbero sovraccaricato. Ma sembra che lui stia reagendo di gran lunga meglio. Sta giocando in un altro mondo. Mi sono sbagliato. Anche gli esperti sbagliano”.

Anche l’ex compagno di squadra quindi non si aspettava un’esplosione del genere da parte del giovane sloveno. Tuttavia le statistiche che ha inanellato non mentono: è passato dalla stagione precedente da 21.2 a 30.8 punti di media a partita, dal 42.7% al 48.3% dal campo e dal 71.3% al 82.7% nei tiri liberi. Numeri da MVP: e infatti si inizia già ad accostare il suo nome al premio dell’anno più ambito dai giocatori.

Continua così Luka.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi