fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Pacers, Brogdon sul ritorno a Milwaukee: “Sarà emozionante, ma il mio obiettivo rimane la vittoria”

Pacers, Brogdon sul ritorno a Milwaukee: “Sarà emozionante, ma il mio obiettivo rimane la vittoria”

di Gabriele Melina

Malcolm Brogdon, point-guard degli Indiana Pacers, farà il suo ritorno per la prima volta dopo la sign-and-trade che lo ha portato ad Indianapolis, nella città di Milwaukee. L’appuntamento è al Fiserv Forum, attuale palazzetto dei Milwaukee Bucks, domenica 23 novembre, e coinvolgerà due delle maggiori potenze della Eastern Conference.

Da una parte, la corazzata del Wisconsin si presenta come squadra da battere, dato che, al momento, possiedono il miglior record dell’intera lega; d’altro canto invece, i Pacers attendono ancora il rientro della loro superstar Victor Oladipo, ma ciò non sarà una giustificazione per un’eventuale sconfitta.

Malcom Brogdon, il ritorno in quel posto una volta chiamato “casa”

Brogdon ha vissuto i primi tre anni della sua giovane carriera con i Bucks, dove, col passare del tempo, è riuscito ad imporsi come un giocatore efficiente su entrambi i lati del campo. Durante la sua sosta con questa organizzazione, ha prodotto una media di 12.8 punti a serata, accompagnati da 3.6 assist e 3.5 rimbalzi, il 40.8% da oltre l’arco dei tre punti ed il 48.4% dal campo. Per di più, nella stagione NBA 2016\17, è riuscito ad accaparrarsi il titolo di matricola dell’anno.

Come dichiarato dallo stesso giocatore, il ritorno in quel di Milwaukee sarà molto emozionante, ma il suo obiettivo primario rimane, comunque, quello di ottenere una vittoria di più in classifica.

Nutro un profondo rispetto nei confronti dei tifosi e dell’organizzazione dei Bucks, per tre anni mi sono rimasti vicini e mi hanno dimostrato affetto, perciò non posso fare altro che ringraziarli. Però, io sono qui per competere, e la mia preoccupazione principale rimane quella di vincere, dato che tutto il resto può essere una distrazione

Per motivi legati ad un dolore alla schiena, il ventisettenne non aveva potuto partecipare al primo incontro stagionale tra le due squadre, tenutosi il 16 novembre scorso. Col la sirena finale che siglava il concludersi della gara, i Bucks riuscirono ad imporsi vincitori per quella giornata, terminando il match 102-83. In riferimento a quella partita, Brogdon ha dichiarato: “Saltare quell’incontro è stato davvero dura per me, ma, sono felice di potermi rifare in quel posto che una volta chiamavo casa”.

I Milwaukee Bucks sempre più vincenti ad est

L’altra faccia della medaglia, riguarda la squadra del Wisconsin. Mentre Brogdon cercherà di riporre lontano le sue emozioni, con lo scopo di garantire una prestazione il più solida possibile, i Bucks cercheranno di ottenere l’ennesima vittoria

Al momento, il loro record recita 26 vittorie e 4 sconfitte, con una media di 120.7 punti totali segnati a gara. Ovviamente, il maggiore trascinatore rimane Giannis Antetokounmpo, nonché MVP in carica (ed in lista anche per il premio di quest’anno), con 31.4 punti di media, 12.7 rimbalzi, 5.5 assist, il 56.9% dal campo ed uno strabiliante 34.2% dalla linea dei tre punti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi