Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Play-in NBA: Lakers ai playoffs, Warriors crepuscolari, i Kings li eliminano

Play-in NBA: Lakers ai playoffs, Warriors crepuscolari, i Kings li eliminano

di Michele Gibin
warriors play-in

I Los Angeles Lakers battono ancora i New Orleans Pelicans al primo turno dei play-in, e si qualificano ai playoffs NBA con la testa di serie numero 7 dove affronteranno i Denver Nuggets, mentre i Golden State Warriors si arrendono senza appello ai Sacramento Kings e vengono eliminati dalla post-season, per la prima volta dal 2021.

I Lakers hanno vinto per 110-106 con il brivido finale della rimonta Pelicans. I gialloviola erano stati in vantaggio in doppia cifra per tutto il terzo quarto ma guidati da uno Zion Williamson da 40 punti, i padroni di casa si sono rifatti sotto fino al 99-99 a circa due minuti dalla fine. Ci sono voluti una tripla provvidenziale di D’Angelo Russell e i tiri liberi di Anthony Davis e Austin Reaves per sigillare la vittoria e la qualificazione alla post-season.

LeBron James ha sfiorato la tripla doppia con 23 punti, 9 rimbalzi e 9 assist pur tirando male (6 su 20 dal campo), Davis ha segnato 20 punti con 15 rimbalzi e 3 stoppate e Russell ha chiuso con 21 punti e 5 su 11 al tiro da tre. Per Reaves 16 punti finali con 6 assist e 5 rimbalzi. Zion Williamson per i Pelicans era chiamato a una grande prestazione in una delle partite più importanti della sua carriera NBA a oggi, e non ha deluso nonostante il risultato: 40 punti, 17 su 27 al tiro e 11 rimbalzi con 5 assist, Zion è stato aggressivo soprattutto nel primo tempo e per spingere la rimonta nel quarto periodo, ma ha chiuso la sua partita con un infortunio muscolare che rischia di fargli saltare la sfida contro i Sacramento Kings per la testa di serie numero 8. Un epilogo beffardo.

Partita storta invece per CJ McCollum e per un Brandon Ingram da appena 25 minuti e in condizioni lontane dal 100%. McCollum ha tirato con 1 su 9 da tre per appena 9 punti, Ingram ha chiuso con 4 su 12 al tiro, dalla panchina NOLA ha trovato 32 punti complessivi. Fatale per i Pelicans un secondo quarto da 34-16 Lakers di parziale, da cui è stato complicato recuperare.

Lo 0 su 10 dal campo di Klay Thompson è la fotografia della stagione deludente dei Golden State Warriors, battuti al Golden 1 Center di Sacramento per 118-94 in una partita dominata dai Kings. Klay non ha segnato neppure un canestro in 10 tentativi compresi 6 errori dall’arco dei tre punti ma non è il solo “colpevole” della controprestazione di Golden State che ha accumulato 16 palle perse (per 19 assist) e tirato col 41% dal campo.

Stephen Curry, in calo nella seconda parte di stagione come mai visto probabilmente in carriera, ha segnato 22 punti con 16 tiri, per Jonathan Kuminga partito (chissà per quale motivo) dalla panchina 16 punti con 7 rimbalzi. Draymond Green, altro giocatore sul banco degli imputati del flop Warriors per le intemperanze e i problemi disciplinari, ha chiuso con 12 punti e appena 3 rimbalzi con -22 di plus\minus.

I Sacramento Kings hanno approfittato di questa versione crepuscolare dei Golden State Warriors viaggiando a velocità doppia, con 18 su 39 da tre e vincendo la sfida a rimbalzo. I Kings hanno segnato 31 punti nel primo quarto (22-31) e 37 nel terzo periodo per rispondere all’unica fiammata di Golden State (58-57 Sacramento a 10:12 dalla fine). Domantas Sabonis ha messo a referto una doppia doppia da 16 punti con 12 rimbalzi e 7 assist, per De’Aaron Fox 24 punti con 6 assist e per Keegan Murray, MVP di serata, 32 punti approfittando del passo più lento del povero Klay Thompson. Per l’ex Iowa 8 su 13 da tre punti e anche 9 rimbalzi.

Per Sacramento una vittoria di qualità contro la squadra che li aveva eliminati da terza testa di serie al primo turno dei playoffs un anno fa. E ora la grande opportunità di accedere ai playoffs con una vittoria contro i New Orleans Pelicans, battuti dai Lakers e che rischiano di dover giocare senza Zion Williamson. Per i Kings privi di Malik Monk e Kevin Huerter infortunati, anche 15 punti di Keon Ellis con 4 rimbalzi, 5 assist, 3 recuperi e 3 stoppate.

You may also like

Lascia un commento