fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News I primi tre quintetti della decade NBA 2010-2019: James, Kobe, Harden e Giannis

I primi tre quintetti della decade NBA 2010-2019: James, Kobe, Harden e Giannis

di Michele Gibin

La redazione di NBA.com dà i voti sui primi tre quintetti della decade 2010-2019, terminata ufficialmente con la stagione 2018\19 e chiusa con la vittoria dei Toronto Raptors di Kawhi Leonard.

Sulla falsariga dei riconoscimenti assegnati anno per anni dai tanti media che seguono quotidianamente la NBA, i giornalisti di NBA.com hanno selezionato 15 giocatori e li hanno distribuiti in tre diversi quintetti. Tutti i riconoscimenti personali citati sono quelli ottenuti tra 2010 e 2019.

Chi sono stati i migliori 15 giocatori della decade per NBA.com?

Quattro diversi campioni NBA, quattro MVP della lega ed un totale di 10 anelli compongono il primo quintetto: Stephen Curry (due volte MVP e 3 volte campione), James Harden (MVP 2018, secondo classificato nel 2017 e 2019), LeBron James (3 volte MVP e 3 volte campione NBA, 8 finali NBA consecutive disputate), Kevin Durant (2 volte MVP delle finali NBA ed MVP 2014, 2 titoli NBA), e Kawhi Leonard (2 volte campione NBA, 2 MVP delle finali, 3 finali NBA disputate, 2 volte difensore dell’anno).

Secondo quintetto: c’è Melo!

Il secondo quintetto ospita cinque tra i giocatori più forti della decade a non aver mai vinto (finora) un titolo NBA: Chris Paul (7 volte All-Star e 4 volte primo quintetto All-NBA), Russell Westbrook (un titolo di MVP, 8 volte All-NBA, 3 stagioni consecutive ad una tripla-doppia di media ed una finale NBA disputata), Anthony Davis (6 volte All-Star e 3 volte primo quintetto All-NBA), Blake Griffin (6 volte All-Star, rookie dell’anno nel 2011) e Carmelo Anthony (8 volte All-Star e due ori olimpici).

Terzo quintetto, Giannis Antetokounmpo e la sorpresa Aldridge

Nel terzo quintetto ideale della decade 2010-2019 alcune “vecchie conoscenze” ed il fresco MVP 2019: il tre volte campione NBA Dwyane Wade (2 titoli NBA, 8 volte All-Star), Kobe Bryant (7 volte All-Star nella decade, un titolo NBA, un titolo di MVP delle finali, 4 volte All-NBA), Paul George (6 volte All-Star e 5 volte All-NBA, 2 volte primo quintetto difensivo, terzo classificato nella corsa MVP 2019), LaMarcus Aldridge (7 volte All-Star e 5 volte All-NBA) e Giannis Antetokounmpo (un titolo di MVP, 3 volte All-Star e 3 volte All-NBA in sole 6 stagioni).

Qual è il miglior quintetto della decade per NBAPassion.com? Scopriamolo assieme!

View this post on Instagram

"Mr James, sono una cameriera afroamericana di Cleveland, sola e con un figlio a carico. Lavoro duro per regalare al mio bambino un futuro migliore nonostante da queste parti non sia sempre facile, e lei, mr LeBron, dovrebbe saperlo. Sono giorni duri questi, più duri del solito. Con le luci della Quicken Loans Arena spente, senza le partite dei Cavs, i ristoranti guadagnano meno, e noi cameriere quasi non riceviamo mance. Mr James, mentre voi discutete per avere qualche milione in più sul vostro già abbondante conto corrente, noi qui lottiamo con i denti e con gli artigli per garantirci un pasto, una casa e un’ istruzione per i nostri figli, ma abbiamo bisogno del vostro aiuto. Abbiamo bisogno che torniate a giocare.” LeBron finisce di leggere la lettera e contatta immediatamente Derek Fisher (allora presidente dell’ Unione Giocatori). Racconta la storia della lettera, e Fisher a sua volta gira la storia a qualcun altro, e la voce inizia a spandersi. Quella mamma che scriveva da un sobborgo di Cleveland, ha smosso l’animo delle parti in causa nel Lockout, ma i più toccati sono senza dubbio stati i giocatori. Quella sarebbe potuta essere la mamma di molti di quei ragazzotti che calcano i parquet della NBA. Sarebbe potuta essere la mamma di LeBron, o la mamma di Chris Paul, o perché no, la mamma di un KD o un Kawhi Leonard. Tutte mamme sole che hanno cresciuto i loro figli con la responsabilità di dover provvedere al loro sostentamento e di dover essere per loro sia figura materna che figura paterna. Il 25 Novembre ricominciano le trattative che, finalmente, si concludono dopo 15 ore il 26 Novembre 2011, fissando l’ inizio della stagione al giorno di Natale. Una storia dietro alla Storia ° ° ° #lebronjames #nba

A post shared by NBA Passion (@nbapassion_com) on

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi