fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsIndiana Pacers Raptors-Pacers, Lowry e Ibaka: “Siamo uniti e vinciamo di squadra”

Raptors-Pacers, Lowry e Ibaka: “Siamo uniti e vinciamo di squadra”

di Giovanni Oriolo

La sfida più equilibrata e combattuta della notte, tra Raptors e Pacers, è stata decisa da un tiro da tre punti di Serge Ibaka, quando il cronometro segna 30 secondi alle fine del match. I Toronto Raptors, nel corso della partita contro i Pacers, sono arrivati ad avere fino ad un massimo di 19 lunghezze di svantaggio, prima di rimontare e portare a casa la vittoria per 119-118. Con questo successo i canadesi stabiliscono il record di vittorie consecutive per la franchigia, ben dodici.

Raptors-Pacers, Nick Nurse: “Vittoria voluta”

La squadra di coach Nurse era partita bene, ma nel secondo quarto aveva accusato il colpo (chiudendo i secondi 12 minuti con soli 18 punti contro i 43 dei Pacers). Le due triple in apertura di terzo quarto di Oladipo e Brogdon hanno segnato il gap massimo tra le due squadre. Da li è partita la rimonta della squadra campione in carica, chiusa con la tripla di Ibaka nei secondi finali. Ecco le dichiarazioni del coach della franchigia di Toronto nel post Raptors-Pacers:

I ragazzi si meritavano la vittoria. Loro lavorano tanto in allenamento e in partita non mollano mai. Questa vittoria in rimonta è la dimostrazione concreta del loro impegno

Secondo Elias Sports Bureau (poi riportato anche da ESPN), i Raptors sono i sesti campioni in carica, nelle ultime 35 stagioni, a far registrare la serie di vittorie più lunga della loro storia. Quattro dei cinque precedenti sono tornati alle Finals NBA, e tre hanno rivinto il titolo

Lowry e Ibaka: “Ci abbiamo sempre creduto e siamo rimasti uniti”

In casa Raptors il miglior marcatore è stato Kyle Lowry che ha chiuso il match con 32 punti (oltre ai 10 assist, 8 rimbalzi e 2 palle recuperate, con 3 su 6 da tre punti e 12 su 21 dal campo). 30 punti li ha messi a referto anche Ibaka, per l’ala congolese è il massimo stagionale. Pascal Siakam, invece, si è fermato a 25 punti e 9 rimbalzi: “Noi giochiamo sempre tutti e 48 minuti al massimo” Così Lowry “È così che siamo abituati. Noi non ci diamo mai per spacciati, crediamo di avere sempre ancora una possibilità per vincere la partita. Nel secondo tempo siamo saliti di colpi, abbiamo ottenuto un atteggiamento più aggressivo e realizzato una gran fase difensiva

A fine match, anche l’ex ala grande dei Thunder ha voluto dire la sua parlando dell’affiatamento tra i componenti del roster, dentro e fuori dal campo.

Continuiamo a fidarci l’uno dell’altro e non puntiamo il dito tra di noi quando sbagliamo o perdiamo. Se le cose vanno male, cerchiamo di stare uniti e penso che sia ciò che ci rende molto speciali. Ma soprattutto questa compattezza la riusciamo a mantenere in campo, anche noi momenti difficili e anche il nostro coach è parte di tutto ciò. Proprio oggi, nell’ultimo timeout, Nick mi ha detto: Serge, continua a tirare con sicurezza e vedrai che la palla entrerà. Ciò mi ha dato fiducia per la tripla decisiva’

Ai Pacers di coach Nate McMilnan non sono bastati i 24 punti di Malcolm Brogdon, i 22 di Justin Holiday e un Domantas Sabonis in tripla doppia con 15 punti, 11 rimbalzi e 10 assist.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi