fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News I Raptors battono i Sixers: determinante la pessima prestazione di Embiid

I Raptors battono i Sixers: determinante la pessima prestazione di Embiid

di Francesco Catalano

Nella sconfitta dei Sixers contro i Toronto Raptors per 101 a 96, ciò che lascia sbalorditi è la prestazione di Joel Embiid. Colui che è ritenuto dai più il miglior centro della lega e colui che è il leader di Philadelphia ha fatto stanotte una delle sue peggiori partite in carriera. Ha infatti chiuso con 0 punti, 0 su 11 dal campo e 0 su 3 dai tiri liberi. C’è poco da commentare: un vero e proprio disastro.

Quella di stanotte contro i Toronto Raptors doveva essere una rivincita delle semifinali di Conference giocate nella passata stagione in cui i canadesi vinsero a gara 7 grazie al celebre tiro di Kawhi Leonard allo scadere. In questa stagione i Sixers erano dati come i più forti ad Est insieme ai Bucks e i Raptors erano stati emarginati ad un ruolo di secondo piano. Tutt’altro invece. Dopo una partenza perfetta, la squadra di coach Brett Brown sta trovando diverse difficoltà causa la poca continuità dei leader e una second unit non all’altezza.

View this post on Instagram

DENIED AT THE BORDER

A post shared by Toronto Raptors (@raptors) on

I Raptors dal canto loro giocano bene e si affidano all’ormai maturato Pascal Siakam, al confermato Fred VanVleet, a tre pilastri come Marc Gasol , Serge Ibaka e Kyle Lowry, e a uomini non di primo livello, ma di spessore come Powell e Hollis-Jefferson. Nella partita disputatasi nella nottata si sono evidenziate proprio questi aspetti. E ovviamente ai Sixers per vincere è mancato un giocatore: Joel Embiid.

Anche nelle serate peggiori, il lungo camerunese riesce comunque di solito a dare un apporto non insignificante alla squadra; mentre stanotte ha sbagliato proprio tutto. Così il giocatore stesso ha commentato con rammarico la sua prestazione. “Non pensavo che sarei mai venuto qui a parlare di una partita NBA in cui ho segnato zero punti, ma è quello che è”.

Embiid è uscito quindi completamente ridimensionato dalla sfida tra lunghi con l’attuale campione del mondo e campione NBA Marc Gasol. Lo spagnolo ha dimostrato ancora una volta affidabilità, solidità ed intelligenza cestistica tirando col 31.9%.

Il camerunese avrà subito l’occasione di riscattarsi mercoledì contro i Sacramento Kings, ma la pessima prestazione contro i Raptors lascia sul piatto delle incognite. Questa serata negativa è l’eccezione che conferma la regola o è qualcosa di più? Embiid potrebbe incontrare altri passaggi a vuoto del genere e, soprattutto, a cosa sono dovuti? La risposta a questi quesiti la scopriremo probabilmente già con le prossime partite.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi