fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Raptors, superati agevolmente gli Warriors ridotti all’osso, Lowry: “Imparato da gara 2”

Raptors, superati agevolmente gli Warriors ridotti all’osso, Lowry: “Imparato da gara 2”

di Lorenzo Brancati

I Toronto Raptors, dopo la sconfitta incassata davanti al tifo amico in gara 2, ottengono una vittoria importante sui Golden State Warriors nella terza uscita della serie. I canadesi sono stati in controllo della partita per quasi la sua intera durata. I padroni di casa, che hanno dovuto fare a meno delle stelle Klay Thompson e Kevin Durant, e della riserva fondamentale, Kevon Looney, sono stati superati per 123-109.

Toronto è sempre riuscita a mantenere un margine di vantaggio rassicurante. I ragazzi di Coach Nick Nurse hanno inoltre avuto il merito, questa volta, di riuscire a fermare sul nascere ogni accenno di rimonta avversaria. Quando infatti gli Warriors provavano a rifarsi sotto, trovando una buona inerzia, Kawhi Leonard e compagni hanno messo a segno giocate importanti per arginarli. Come affermato da Kyle Lowry“si sa che loro creeranno quei parziali segnando diversi tiri. Noi abbiamo riguardato il terzo quarto di gara 2 e ora dobbiamo continuare a giocare con un buon ritmo.”

Con lui è d’accordo Steph Curry, che, dopo un’ottima partita disputata, ha parlato così dei Raptors“ogni volta che noi creavamo un parziale coinvolgendo i tifosi, loro segnavano una tripla difficile o mettevano a segno una giocata pesante.”

Alcuni Raptors, infatti, hanno tirato molto bene da oltre l’arco. Danny Green ha chiuso con 18 punti segnati esclusivamente con 6 tentativi messi a segno su 10 da oltre l’arco. Lowry chiude con 23 punti, di cui 15 generati da un buon 5/9 al tiro da tre, e serve 9 assist. Kawhi non brilla da oltre l’arco (2/6), me segna comunque 30 punti, conditi da 7 rimbalzi e 6 assist. Pascal Siakam continua ad offrire prestazioni a tutto tondo: 18 punti, 9 rimbalzi e 6 assist. Con i 17 segnati da Marc Gasol tutti e cinque i titolari sono andati in doppia cifra. Bene anche Fred VanVleet che aggiunge 11 punti con 3/6 da tre in uscita dalla panchina.

Le parole post gara 3

Diversi membri dei Raptors si sono fatti avanti con prestazioni importanti per superare gli Warriors in trasferta. Serviva infatti una forte dimostrazione collettiva per ottenere una vittoria del genere. E questa dimostrazione è arrivata davvero.

Uno dei protagonisti della nottata è stato Danny Green, che ha parlato di un suo motivatore molto speciale:

“Sì, Shaq (Shaquille O’Neal, ndr) mi ha dato dei consigli sul tiro nel pre-partita, insomma lui era un grande tiratore (ridono tutti, ndr). A parte gli scherzi, per me Shaq ha sempre avuto belle parole, di conforto e di motivazione. Spesso lo incontro in campo perché è lì con la troupe di TNT, e stanotte mi ha solo consigliato di stare tranquillo e fare ciò che so.”

Dopo la promessa di una buona prestazione in gara 3, invece, Kyle Lowry non ha deluso le aspettative. Coach Nurse ne ha parlato così:

“Ci avevo parlato, e mi ha detto che avrebbe dato tutto stanotte. Abbiamo visto che ha corso molto in transizione, attaccava il pitturato. Quando fa queste cose è un buon segno, sappiamo che sta sfruttando gran parte del suo potenziale offensivo.”

Infine, Pascal Siakam ha speso belle parole per i suoi compagni:

“Quando non gioco bene non è facile tornare al massimo. Ma avere veterani esperti in squadra come Kawhi e Kyle mi porta ad essere tranquillo. Loro mi ricordano che ho le capacità di continuare a fare bene.”

Ora Toronto conduce i giochi per 2-1. Nella notte tra venerdì e sabato si terrà gara 4, sempre alla Oracle Arena, Se gli Warriors spereranno di recuperare i loro infortunati per riportare la serie in parità, i Raptors dovranno puntare a replicare quanto di buono visto stanotte nel tiro da tre e nel ritmo di gioco.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi