fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Rockets, Eric Gordon ha voglia di riscatto: “Ho le idee chiare per il prossimo anno”

Rockets, Eric Gordon ha voglia di riscatto: “Ho le idee chiare per il prossimo anno”

di Dennis Izzo

Dopo una stagione molto complicata, tra ripetuti infortuni e numerose prestazioni ben al di sotto delle aspettative, nonostante un career-high da 50 punti contro gli Utah Jazz, Eric Gordon ha intenzione di rilanciarsi ed è pronto a farlo sempre con la maglia degli Houston Rockets. A meno che un’eventuale trade non lo porti verso altri lidi, infatti, il classe ’88 trascorrerà almeno altri tre anni in quel di Houston, avendo rinnovato il proprio contratto coi texani nel corso della offseason 2019, firmando un quadriennale da 75 milioni di dollari, con l’ultimo anno non garantito.

32 anni da compiere il prossimo 26 dicembre, Gordon ha messo a referto 14.4 punti, 2 rimbalzi e 1.5 assist col 37% dal campo e il 32% da dietro l’arco, facendo così registrare la sua peggior stagione con la maglia dei Rockets al suo quarto anno in Texas. Appena 36, inoltre, le presenze stagionali, il suo dato più basso dal 201|12. Ai playoffs, il nativo di Indianapolis ha alzato leggermente l’asticella, non riuscendo però a trovare la continuità necessaria per tornare ad avere un impatto notevole tra le file dei Rockets di Mike D’Antoni, eliminati in cinque gare al secondo turno dai Los Angeles Lakers.

Eric Gordon vuole tornare a fare il Gordon: i “nuovi” Rockets ripartiranno anche da lui?

In post-season, infatti, Gordon si è reso autore di medie di 17.3 punti, 2.7 rimbalzi e 3 assist col 41% al tiro e il 32% dalla lunga distanza, giocando tutte e dodici le partite disputate dai suoi Rockets in quintetto. Proprio il suo spostamento, pressoché definitivo, nello starting five titolare pare averlo limitato rispetto alle stagioni passate, in cui faceva un’enorme differenza in uscita dalla panchina, portando tanti punti, difesa perimetrale e playmaking e facendo rifiatare uno tra Chris Paul e James Harden.

“Per la prossima stagione, il mio obiettivo è occupare almeno uno dei primi cinque posti nella classifica dei giocatori con più triple segnate e al contempo tirare da dietro l’arco col 40%. Mi piacerebbe tantissimo tornare a esprimermi sui livelli di qualche anno fa e sento di poterlo benissimo fare ora che sto bene fisicamente. Mi basterà fare del mio meglio per stare in forma e riuscirò a centrare il mio obiettivo, l’ho già fatto varie volte in passato.”, ha dichiarato in merito Eric Gordon, che qualora dovesse restare ai Rockets disputerebbe la sua quinta annata con la maglia di Houston.

Già vincitore del premio di Sesto uomo dell’anno e della gara del tiro da tre punti all’All-Star Weekend nel 2017, Gordon riuscì a piazzarsi nella top-5 dei giocatori con più tiri dalla lunga distanza a bersaglio nel 2016-2017, segnando 246 triple e risultando alle spalle dei soli Stephen Curry, Klay Thompson e del suo compagno di squadra James Harden. Nel frattempo, a Houston Stephen Silas ha preso il posto di Mike D’Antoni in panchina: l’ex assistant coach dei Dallas Mavericks darà fiducia a un Gordon determinato e pronto a tornare a fare la differenza?

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi