fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets NBA Playoffs, torna Westbrook e i Rockets travolgono i Thunder in gara 5

NBA Playoffs, torna Westbrook e i Rockets travolgono i Thunder in gara 5

di Michele Gibin

Il ritorno in campo di Russell Westbrook coincide con una marcia trionfale degli Houston Rockets in gara 5, che non lasciano spazio a degli Oklahoma City Thunder spenti e nervosi nel terzo quarto di gioco, con lo scontro tra P.J. Tucker e Dennis Schroeder e conseguente espulsione.

114-80 il risultato per i Rockets, che non hanno bisogno del miglior Westbrook per chiudere la partita nel terzo periodo (37-18 il parziale). James Harden gioca una partita quasi “facile” in attacco rispetto alle attenzioni difensive cui è solito incontrare, segna 31 punti con 15 tiri e si accorge già nel primo quarto quanto sia facile penetrare la difesa di OKC.

In difesa i Rockets decidono di sfidare apertamente al tiro Loguentz Dort, che viene osservato da Harden prendersi ben 16 tiri e mandarne a bersaglio solo 3 (0 su 9 al tiro da tre punti). Il primo quarto dei Thunder è durissimo: Dort si prende con coraggio i tiri che la difesa concede ma manda fuori ritmo l’intero attacco OKC, che gioca praticamente in quattro: 14 punti in 12 minuti prima della fiammata del secondo quarto (31 punti), ma finisce lì.

7 su 46 al tiro da tre per i Thunder, che non riescono neppure ad imporsi a rimbalzo. Per i Rockets, Eric Gordon (in quintetto al posto di Danuel House) continua a litigare col canestro da dietro l’arco ma non si incaponisce, va dentro e chiude con 20 punti in 32 minuti. Chi invece ha la mano calda è Robert Covington che chiude con 6 su 11 al tiro da tre. Sono 28 gli assist di squadra per i Rockets, e che la difesa dei Thunder non si sia presentata alla partita lo dicono gli appena 14 tiri liberi tentati da Houston.

Rockets-Thunder: Schroeder e Tucker a contatto ed espulsi nel terzo quarto

Nel terzo quarto la frustrazione di OKC ha la meglio, con Dennis Schroeder che si scontra su un blocco con P.J. Tucker e gli rifila un colpo sotto la cintura. Tucker non gradisce ed a gioco fermo tra i due nasce un confronto: Tucker chiede spiegazioni al tedesco, i due vengono separati. Il risultato è un’espulsione per entrambi, con la partita già in controllo dei Rockets (67-49).

Critico della decisione degli arbitri coach Billy Donovan, dopo la gara “Per prima cosa, era un blocco illegale, poi Tucker è andato da Schroeder e lo ha toccato con la testa, ed andava chiaramente espulso. Poi si sono sentiti anche di espellere Schroeder probabilmente… è stato veloce, una giocata aggressiva ed è per questo che Tucker è stato espulso (…) ma in ogni caso era un blocco illegale, Dennis (Schroeder, ndr) ha solo cercato di passare forte e si è preso una botta dura“.

I Thunder dovranno ora tentare di ricomporsi per gara 6, partita che varrà una stagione. Gli ultimi giorni sono stati emotivamente stressanti per Chris Paul, che da presidente del sindacato dei giocatori NBA ha avuto un ruolo di primo piano nella gestione dello sciopero di protesta. Pressioni ammesse dallo stesso CP3 e che potrebbero aver pesato in campo. Partita difficile anche per Danilo Gallinari che ha chiuso con un solo punto a referto e 0 su 5 al tiro.

Billy Donovan dovrà inoltre decidere cosa fare di Loguentz Dort. Il rookie da Arizona State è stato il miglior stopper per James Harden nella serie ma non è un tiratore affidabile, e la difesa dei Rockets lo sfiderà ancora al tiro in gara 6. La sua presenza in campo in gara 5 ha permesso ad Harden di gestire lo sforzo in difesa e danneggiato l’attacco di OKC, ma né Hamidou DialloTerrance Ferguson (scomparso dalle rotazioni di Donovan) sembrano alternative credibili alla grinta del giocatore canadese.

Potrebbe interessarti anche

1 Commenta

Carlo 30 Agosto 2020 - 12:40

Sono un fan dei giocatori italiani, riguardo a Gallinari se non tira fuori gli attributi che forse non ha mai avuto sarà dura per tutti nazionale compresa.

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi