Home NBA, National Basketball AssociationNBA News La off-season di Ben Simmons, Rivers: “Ecco come deve lavorare sul tiro”

La off-season di Ben Simmons, Rivers: “Ecco come deve lavorare sul tiro”

di Francesco Schinea
ben simmons

Dopo l’ennesimo fallimento dei Philadelphia 76ers, per Ben Simmons è già tempo di pensare a quella che potrebbe essere la off-season più importante della sua carriera. La serie contro gli Atlanta Hawks ha messo ancora una volta in luce le enormi difficoltà al tiro del giocatore australiano, che per forza di cose è ora chiamato a migliorare questo fondamentale.

In questo percorso di crescita Simmons sarà affiancato dai Sixers, come sottolineato da coach Doc Rivers. “Senza entrare nei dettagli di ciò che faremo, credo che sappiamo qual è il tipo di lavoro giusto e il modo giusto per farlo”, ha dichiarato a ESPN. “Puoi lavorare tutto il tempo, ma se non è fatto nel modo giusto e non è il corretto tipo di lavoro, potresti non migliorare. Dopo essere stato qui per un anno, credo davvero che abbiamo identificato cosa e come, ora dobbiamo metterlo in pratica. Dobbiamo lavorare per farlo. Non sarà un lavoro facile, ma sicuramente Ben può farlo”.

Brian Windhorst ha offerto due importanti aggiornamenti sulla off-season di Ben Simmons. Prima di tutto, la sua partecipazione alle Olimpiadi con l’Australia è in forte dubbio, proprio perché il n°25 vorrebbe concentrarsi sui miglioramenti da fare. La notizia più eclatante risiede nel fatto che il giocatore starebbe valutando la possibilità di cambiare la propria mano dominante, passando dalla sinistra alla mano destra.

Nei playoffs il prodotto della Louisiana State University ha tirato con il 34% dalla linea del tiro libero. Numeri imbarazzanti per la seconda star di una contender, pur essendo consapevoli che le sue grandi qualità risiedono in altri aspetti del gioco. “Non possiamo nascondere che Ben deve diventare un tiratore di tiri liberi migliore e più sicuro”, ha detto Rivers. “Se ciò accade, credo davvero che seguiranno molte altre parti del suo gioco. La prima cosa che ho detto a inizio stagione è stata: ‘Dobbiamo portarlo alla lunetta 10 volte a partita. Quindi dobbiamo metterci al lavoro in modo che possa arrivarci. Ma se riusciamo a portarlo lì il suo gioco passerà ad un altro livello. Sono ottimista su Ben”.

A Simmons non resta che seguire i consigli di Rivers, in attesa di scoprire se il suo futuro sarà ancora ai Sixers, anch’essi attesi da una off-season determinante.

You may also like

Lascia un commento