fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News I Suns non si fermano e sognano i playoffs, Booker: “Sento Kobe sempre al mio fianco”

I Suns non si fermano e sognano i playoffs, Booker: “Sento Kobe sempre al mio fianco”

di Lorenzo Brancati

Giro di boa quantomeno inatteso agli occhi dei più per i Phoenix Suns di Devin Booker, che chiudono la prima metà delle gare di piazzamento di Orlando con un netto record di 4-0 e con rinnovate speranze playoffs. La squadra dell’Arizona sta infatti facendo ricredere chiunque li avesse relegati a semplici comparse all’interno della ripresa NBA, infiammando ancor di più la Western Conference.

Quarta uscita impeccabile per i Suns, che hanno infatti superato gli Indiana Pacers per 99-114. L’ennesima vittoria nella bolla ha permesso loro di agganciare il decimo posto, arrivando a una gara e mezzo di distacco dai Portland Trail Blazers e a due dai fin qui disastrosi Memphis Grizzlies (0-4). Insomma, la corsa al sempre più probabile play-in sembra più aperta che mai, con San Antonio Spurs, New Orleans Pelicans e Sacramento Kings tutte nello spazio di mezza gara di distacco.

Suns tra speranze playoffs e leadership di Devin Booker

Anche contro i Pacers, Devin Booker, sempre più leader, ha prodotto una prestazione piuttosto solida: 20 punti e 10 assist, segnando 6 tiri su 12 dal campo e 7 su 7 dai liberi. “Kobe è al mio fianco ogni giorno”. ha affermato nel post-gara “Vedete da voi cosa scrivo sulle mie scarpe ‘Sii leggendario’. Serve per ricordarmelo sempre.”

Il riferimento del numero 1 dei Suns si rifa al 2016, quando dopo uno dei loro primi incontri sul parquet Kobe Bryant gli regalò proprio la semplice ma potente frase: “Be Legendary”. Da allora Booker decise di vivere per realizzare tale proposito, tatuandoselo e, da quando nella bolla di Orlando, scrivendoselo sulle scarpe da gioco di ogni partita.

Insomma, dopo l’illusoria partenza a razzo di inizio stagione, ora i Suns si stanno dimostrando nuovamente specializzati negli scatti sulla breve distanza. Eppure, data la ridotta durata del periodo di piazzamento, tale peculiarità potrebbe davvero rivelarsi utile alla squadra agli ordini di Coach Monty Williams. Vedremo come andrà a finire quella che è senza dubbio la lotta più accesa e interessante dell’intera ripresa NBA.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi