Tatum: "Voglio rimanere ai Celtics per tutta la mia carriera"
132051
post-template-default,single,single-post,postid-132051,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Tatum: “Voglio rimanere ai Celtics per tutta la mia carriera”

Jayson Tatum Boston Celtics

Tatum: “Voglio rimanere ai Celtics per tutta la mia carriera”

La ricostruzione effettuata dai Boston Celtics e dal suo general manager Danny Ainge è stata veloce e molto efficace. In poco tempo, i biancoverdi hanno rigenerato il proprio roster e sono tornati competitivi. Un simbolo delle scelte corrette fatte da Ainge è ben visibile in Jayson Tatum. Il numero 0 è alla sua seconda stagione in NBA, ma la sua maturità e il suo talento sono evidenti. JT rappresenta anche un asset molto importante per Boston. Non è un caso che si parla di un suo trasferimento molto probabile nel caso in cui i Celtics riuscissero ad ottenere Anthony Davis. Tatum ha dei margini di miglioramento ancora molto ampi, e già negli scorsi PlayOff ha dimostrato di poter trascinare da solo una squadra.

 

Tatum: “Voglio essere un Celtic a vita”

Proprio a causa di tutte le voci che lo vogliono lontano dal Massachusetts, il numero 0 ha più volte dichiarato di essere tranquillo per il suo futuro. Intervistato da ESPN, si è soffermato nuovamente sull’argomento:

So che c’è un business che è il motore di tutto, ma io gioco a basket. Devo controllare solo ciò che posso, ma amo essere nei Celtics. Voglio giocare qui per tutta la mia carriera. Nel periodo delle trade si sente la tensione. Tutti guardano il proprio telefono. Ci sono tante voci, tanti rumors e cose così. E’ difficile anche pensare a cosa può succedere, quindi provo a ignorare il più possibile tutte le voci

Da un lato la possibilità che i numerosi giovani dei Celtics possano diventare determinanti in futuro. Dall’altro la necessità immediata di ottenere un All-Star per poter competere per l’anello. Per Ainge non sarà un’estate molto semplice.

Gabriele Arico
gabrielearico8@gmail.com

Grande appassionato di molti sport: calcio, basket, football americano, formula 1. Scrivo articoli per passione per il giornalismo

No Comments

Post A Comment