fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Warriors, Kerr: “Steph e Klay scalpitano”, tagliato Chriss

Warriors, Kerr: “Steph e Klay scalpitano”, tagliato Chriss

di Bucci Lorenzo

L’inizio di stagione dei Golden State Warriors parla chiaro: 9 vittorie e 29 sconfitte, peggior record della lega, e la causa, purtroppo, la conosciamo tutti: gli infortuni di Klay Thompson e Steph Curry. Il primo è ai box dallo scorso giugno, a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro, rimediata in gara 6 delle finali NBA contro i Toronto Raptors. Il secondo, invece, è ancora fuori a causa di una frattura della mano sinistra risalente al 30 ottobre, nella partita contro i Phoenix Suns.

A questo proposito Steve Kerr, head coach degli Warriors, ha parlato ai microfoni prima della partita contro i Detroit Pistons: “Sono decisamente irrequieti. Lo sono dall’inizio della stagione. Non vedono l’ora di tornare in campo per aiutare i propri compagni”. C’è, quindi, una speranza di poterli rivedere in campo già in questa stagione, ma non sappiamo con precisione quando. Soprattutto Curry, visto che dovrebbe essere rivalutato la prima settimana di febbraio. Secondo Kerr, questo lungo stop ha giovato ad entrambi, raggiungere le finali NBA per cinque stagione consecutive ha un forte impatto sul corpo e sulla mente dei giocatori. “Le ultime cinque stagioni sono state molto pesanti e stressanti, soprattutto per loro due. Sembrerà uno scherzo, ma questo stop può essere importante per entrambi, ha permesso loro di riposarsi e recuperare al 100%. Ma questo non durerà ancora per molto. Stanno morendo dalla voglia di giocare. E non stiamo morendo dalla voglia di riaverli con noi”.

warriors

Steph Curry, Klay Thompson e Draymond Green

Intanto i due continuano al meglio il processo di riabilitazione, Klay si sta dedicando regolarmente ad allenamenti individuali incentrati sul tiro, mentre Steph Curry ha fatto dei buoni miglioramenti, tanto da poter reintrodurre il palleggio con la mano sinistra. I Golden State Warriors potrebbero decidere anche di preservare i due, in vista della prossima stagione, dove si tornerà a puntare in alto visto il loro rientro, la possibile trade che coinvolgerà D’Angelo Russell e una buona scelta al prossimo draft.

Warriors, Marquese Chriss tagliato

Intanto, per i Golden state Warriors arriva il taglio di Marquese Chriss.

L’ex Cleveland Cavaliers, dopo la partita con i Kings, ha lasciato il Golden 1 center con delle voci che lo vedevano fuori dal progetto di Golden state. E quelle voci si sono rivelate vere: il 22enne diventa, quindi, free agent. “Sto bene”, queste le parole del giocatore poco prima che fosse annunciata la notizia. “Sono nelle mani di Dio. Starà a loro scegliere. La loro decisione determinerà dove continuerò la mia carriera. Come ho detto, è il piano di Dio”. Il giocatore stava viaggiando a 7.3 punti, 5.4 rimbalzi e 1.9 assist di media in 19.8 minuti di utilizzo. Ma, probabilmente, la decisione dei Warriors non è legata ai numeri, bensì all’atteggiamento e alla svogliataggine alle volte mostrate in campo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi