Warriors-Kings da record, 41 triple! Durant: "Ritmi velocissimi, non durerà"
128306
post-template-default,single,single-post,postid-128306,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Warriors-Kings, piovono triple, Durant: “Che ritmi, non durerà a lungo” Curry “Imita” James Harden

Warriors-Kings, piovono triple, Durant: “Che ritmi, non durerà a lungo” Curry “Imita” James Harden

Piovono triple al Golden 1 Center di Sacramento, California, dove Warriors-Kings danno vita una una partita da ben 41 tiri da tre punti segnati complessivamente.

Steph Curry e compagni si sono imposti in trasferta per 127-123. Per Golden State 21 tiri da tre punti mandati a bersaglio (su 47 tentativi), 20 su 36 lo score finale per i Sacramento Kings. I 41 canestri valgono il record NBA per tiri da tre segnati in gara singola, la sfida di Scaramento è inoltre la prima partita nella storia NBA in cui entrambe le squadre segnano almeno 20 tiri da tre punti.

Steph Curry è il miglior realizzatore di serata: 42 punti, con 10 su 20 da dietro l’arco in 38 minuti d’impiego, in una gara in cui Steve Kerr chiede gli straordinari al suo quintetto base. Kevin Durant (29 punti, 5 rimbalzi e 9 assist) e Klay Thompson giocano 39 minuti, Draymond Green ne gioca 32, ed Andre Iguodala dalla panchina è il solo giocatore a rimanere in campo per più di 15 minuti (7 punti e 6 rimbalzi in 26 minuti per l’ex Sixers).

I Sacramento Kings trovano una grande partita in uscita dalla panchina di Justin Jackson. L’ex North Carolina segna 28 punti con 5 su 7 al tiro pesante, Buddy Hield tocca quota 32 punti (con 5 rimbalzi e 4 assist) in 35 minuti, con 8 su 12 al tiro da tre.

Un bello spettacolo da vedere, senza dubbio, tutti tirano da tre punti (…) una grande prova offensiva per entrambe le squadre. Per quanto ci riguarda, il problema oggi sono state le troppe palle perse (13, ndr) che ogni volta hanno generato o un tiro da tre punti o una schiacciata per loro. Li abbiamo tenuti in partita. In attacco abbiamo preso i tiri che volevamo, abbiamo fatto circolare bene il pallone. Ma 29 punti concessi da palle perse sono davvero tanti, troppi

– Steve Kerr dopo Warriors-Kings –

 

I Golden State Warriors tirano con 8 su 11 da tre punti nel primo quarto di gioco, chiuso 43-29. I Kings replicano e segnano 40 punti nel secondo quarto, ed il primo tempo si chiude sul 70-69 per gli Warriors.

Steph Curry assume il comando delle operazioni e manda a bersaglio 5 tiri pesanti nel solo quarto quarto. Golden State spreca uno svantaggio di 16 punti e permette a Sacamento di rientrare in gara ma un ultimo periodo da 31-20 separa le due squadre.

La partita del Golden 1 Center è stata la prima gara ufficiale NBA in cui almeno due giocatori (Curry e Hield) abbiano segnato almeno 8 triple. Così Stephen Curry a fine partita:

Nel quarto periodo abbiamo fatto ciò che deve fare una squadra che vuole lottare per il titolo, ovvero difendere. I tiri da tre punti? E’ senza dubbio una pallacanestro divertente da giocare, soprattutto quando i tiri vanno dentro. Le percentuali di stasera sono state pazzesche, incredibili. Ad ogni errore o disattenzione difensiva, c’era qualcuno pronto a sparare e segnare da tre punti

-Steph Curry dopo Warriors-Kings –

 

Kevin Durant parla di ritmi di gioco velocissimi. “Davvero veloce. Preferirei di gran lunga giocare più vicino a canestro, ma i tempi sono questi e bisogna adattarsi. Negli ultimi anni tanti giocatori hanno modificato il proprio stile di gioco per stare dietro a certi ritmi. Non credo però che tutto questo potrà durare ancora a lungo. I tiri da tre che si prendono sono davvero tanti, si gioca ad un ritmo da partitella (pick-up game style, ndr) è bello da vedere per i tifosi, a volte è anche divertente da giocare, ma è anche uno stile di gioco dispendioso e difficile da seguire. Ma è anche’ il nostro lavoro“.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment