Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Westbrook litiga con un tifoso dei Clippers: “Passato il limite”

Westbrook litiga con un tifoso dei Clippers: “Passato il limite”

di Michele Gibin

Russell Westbrook ha avuto uno scontro verbale con un tifoso nei secondi finali della partita persa contro i Denver Nuggets, con uno spettatore di casa delle prime file della Crypto.com Arena.

A circa 30 secondi dal termine e con la partita ormai chiusa, un tifoso delle prime file laterali, con indosso una camicia grigia e un cappellino, ha iniziato a parlare ad alta voce e a fare gesti contro Westbrook, che era a pochi passi e ha sentito tutto, e si è girato per chiedere conto. Pochi secondi dopo, sul posto sono arrivati l’arbitro Lauren Holtkamp e il compagno di squadra Daniel Theis, oltre a Justin Holiday di Denver, per cercare di tranquillizzare Westbrook.

La security dell’arena si è poi frapposta tra il settore dove era seduto il tifoso e il campo, per evitare ulteriori episodi.

Dopo la partita, Russell Westbrook non ha voluto entrare nei dettagli di che cosa lo spettatore gli abbia urlato. “E’ un peccato sapere che i tifosi possono passarla liscia praticamente ogni volta, con tutto quello che ci dicono. Personalmente non intendo permetterlo, per anni ho sentito persone dire di tutto e sempre farla franca, ma io non ci sto. Se rispondo c’è sempre un motivo e io lo difendo. Una volta me la prendevo anche di più, quando ero più giovane, ora che sono un padre di famiglia, so che cosa significa portare il mio nome, che cosa conta per la mia famiglia. E esigo rispetto per questo“.

Per cui si sappia che nel momento in cui si oltrepassa il limite, io non lo permetto” ancora Russ “ora mio figlio è abbastanza grande da vedere che cosa succede e capire, e chiedere il perché succedano cose così. Per cui io risponderò sempre, non importa dove sono, che cosa sto facendo“.

You may also like

Lascia un commento