Wizards, un nuovo inizio per Isaiah Thomas: "Grande opportunità per me"
146951
post-template-default,single,single-post,postid-146951,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Wizards, un nuovo inizio per Isaiah Thomas: “Una grande opportunità per me”

isaiah thomas wizards

Wizards, un nuovo inizio per Isaiah Thomas: “Una grande opportunità per me”

Questo potrebbe essere l’anno della rinascita per Isaiah Thomas agli Washington Wizards? Nel frattempo la point-guard, prima dell’inizio della nuova stagione, sta prendendo parte a numerosi incontri benefici e manifestazioni per stare insieme a bambini appassionati di basket.

Uno dei tratti distintivi di IT è la sua altezza: con soli 175 cm è uno dei giocatori più bassi nella storia NBA e il più basso ad essere stato All-Star. E’ un aspetto con cui ha spesso a che fare soprattutto quando viene a contatto con dei ragazzini: “Sono così basso che sono alto quanto loro. Mi fanno sempre domande come se non ci credessero”.

La grandiosa esperienza a Boston di IT

Durante la sua carriera Thomas ha dimostrato più volte che anche con la sua altezza si può diventare uno dei giocatori più forti della lega. Tutto si gioca sull’essere imprevedibili, estremamente rapidi, “unstoppable” come direbbero gli americani. Ai Sacramento Kings aveva già messo in mostra queste qualità che però sono sbocciate definitivamente nella sua esperienza ai Boston Celtics, senza dubbio la sua migliore.

A Boston, in una squadra tutt’altro che eccezionale, si è preso il gruppo sulle spalle con prestazioni superlative che hanno condotto la franchigia del Massachusetts a risultati insperati. Ha portato la squadra durante tutti i suoi tre anni di permanenza ai playoffs con numeri personali esorbitanti. Durante la stagione 2016\17 ha viaggiato a 28.9 punti e 5.9 assist di media a partita, col 46.3% dal campo e il 37.9% da tre punti. Cifre sensazionali che hanno permesso ai Celtics di arrivare in finale di Conference contro i Cleveland Cavaliers di LeBron James.

Tuttavia, in quella post-season Thomas aveva subito un infortunio all’anca e nell’estate successiva è stato inserito nella trade che ha portato Kyrie Irving a Boston. Le stagioni successive sono state un calvario per IT che non è mai riuscito a ritrovare la forma peregrinando tra Cleveland, Los Angeles e Denver. Ora a Washington si apre un nuovo capitolo per lui. Le condizioni favorevoli che si erano presentate a Boston ci sono: squadra in difficoltà, John Wall out per l’intera stagione e la necessità di trovare un leader insieme a Bradley Beal che possa trainare la squadra.

Le parole di Andre Brown e Isaiah Thomas sulla nuova stagione: “Ai Wizards posso tornare ad alti livelli”

Il suo personal trainer Andre Brown è fiducioso, così ha parlato riguardo alla condizione fisica del prodotto degli Washington Huskies:

Gli ho visto fare molte cose buone come riuscire a correre con continuità e sentirsi a sua agio in campo. Ora è pronto per mettere in mostra tutte le sue qualità sul parquet e elevarsi al livello a cui il suo tiro ha bisogno di essere. E’ un movimento fluido. Una volta che raggiunge i suoi standard, diventa molto competitivo. Questa potrebbe essere un’opportunità enorme per lui per stendere al tappeto tutti. Voglio che ognuno presti attenzione e apra gli occhi e capisca che è arrivato il momento”

Anche Isaiah ora si sente pronto per il suo riscatto dopo tre stagioni deludenti e pensa che possa essere arrivato il momento giusto per rimettersi in carreggiata:

Gli ultimi due anni sono stati difficili. Ma ho sempre detto che la tempesta non può durare in eterno. Così, ad un certo punto le cose devono cambiare. Per fortuna con questa grande opportunità con i Wizards, posso mostrare alla gente che posso ancora giocare ad  alti livelli”

L’ultima grande prestazione di Thomas risale alla famosa semifinale di Conference del 2017 in cui ha permesso ai Celtics di battere gli Wizards per 4 a 3. Ora per tornare a quei livelli, come ha dichiarato, potrebbe farlo proprio ripartendo dalla squadra di Washington.

Francesco Catalano
fr.cata7@gmail.com
No Comments

Post A Comment