fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Zion Williamson: “Lavorerò tutta la off-season per migliorare fisico e gioco”

Zion Williamson: “Lavorerò tutta la off-season per migliorare fisico e gioco”

di Filippo Beltrami

La stagione è finita e per il rookie dei New Orleans Pelicans Zion Williamson è giunta l’ora di cambiare pagina e pensare a come migliorare per la prossima stagione.

Parlerò con i miei allenatori e vedremo cosa dovrò migliorare dal loro punto di vista,” ha detto Williamson martedì mattina. “Parlerò anche con gli allenatori per lo sviluppo dei giocatori e vedremo, anche secondo loro, cosa dovrò migliorare. Dovrò solo lavorare su tutte gli aspetti del mio gioco e cercare di perfezionare quelle parti del mio corpo che ne hanno bisogno per permettere al mio corpo di stare dove deve. Dove dovrebbe stare il mio corpo? Questa è una conversazione che farò con la mia squadra. Ci siederemo, vedremo cosa vogliono che io faccia per diventare migliore, e poi potrò rispondervi con più chiarezza.”

Tanti alti e basi per Zion Williamson nella sua prima stagione

Nella sua prima stagione, l’ex prodotto di Duke ha avuto tanti alti e bassi. Ha prima saltato l’inizio della stagione a causa di un infortunio al ginocchio sinistro, ha ricominciato a ritrovare l’equilibrio prima dello stop si è ritrovato, nella bolla ad Orlando, a sottostare ancora a delle limitazioni. Il peso di Williamson, che si aggira attorno alle 285 libbre (circa 129 chili, ndr), è stato un argomento molto discusso sin da quando Zion era a Duke. “Tutti sono autorizzati a esprimere la loro opinione,” ha detto Williamson. “Ma ho intenzione di prestare attenzione solo alle persone che sono sempre state vicino a me, ovvero i miei famigliari e i miei compagni di squadra.

Ci sono stati dei momenti difficili in cui ho cercato di prendere un mio ritmo. Fa parte del gioco e del tornare da un infortunio. Ma penso che gli allenatori e i preparatori abbiano gestito la situazione molto bene. Solo per il fatto di aver potuto giocare almeno un minuto in una partita NBA, gli sono grato per questo.”

In solo 24 partite giocate nella sua prima stagione, la prima scelta del draft 2020 ha viaggiato a 22.5 punti, 6.3 rimbalzi e 2.1 assist di media a partita, tirando con il 58% dal campo e 6 su 14 da tre in tutta la stagione (anche se quattro delle sei triple sono arrivate all’esordio contro i San Antonio Spurs). Grazie a queste statistiche, Williamson è il secondo rookie nella storia della NBA a viaggiare a 20 punti di media tirando con almeno il 55% dal campo. Il primo era stato Shaquille O’Neal.

I Pelicans non sono riusciti nel loro intento di fare i playoffs, ma Zion pensa che questa stagione possa essere un punto d’inizio per il futuro della franchigia. “Penso che abbiamo ancora qualche acciacco qua e là, ma sento che la chimica di squadra aumenterà molto. Se continuiamo a migliorare e a divertirci, penso che siamo sulla buona strada. Penso che il nostro futuro sia luminoso. Ma dobbiamo lavorare molto per far si che possa esserlo. Questo è tutto quello che posso dirvi.”

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi