So you wanna be a star: Jayson Tatum | Nba Passion
73470
post-template-default,single,single-post,postid-73470,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

So you wanna be a star: Jayson Tatum

So you wanna be a star: Jayson Tatum

Ritorna puntualmente la rubrica dedicata agli astri nascenti del panorama cestistico a stelle e strisce. Questa volta gli occhi puntati su Jayson Tatum, giocatore dei Blue Devil di Duke, momentaneamente dato alla n°6 nel Mock Draft 2017.

Jayson Tatum.

Jayson Tatum.

 

 

DATI PERSONALI

Ruolo: Ala piccola

Data di nascita: 3 Marzo 1998

Altezza: 203 cm

Peso: 93 kg

Squadra: Duke University

Paragoni: Paul George

 

 

STORIA

Jayson Christopher Tatum nasce a St.Louis, Missouri. Da sempre considerato tra le migliori promesse del basket americano. Al liceo frequenta la Chaminade College Preparatory School. Nel suo anno da matricola mette a referto 13.3 punti e 6.4 rimbalzi a partita. Nel suo secondo anno liceale aumenta nettamente tutte le statistiche personali: 26 punti e 11 rimbalzi a partita. Nel suo anno da Junior, Jayson riceve la menzione nel secondo quintetto del Naismith Trophy All American. L’ultimo anno di high school è quello della consacrazione, la sua media realizzativa sale a ben 29.6 punti a partita, conducendo nella stagione 2015-16 Chaminade al secondo titolo nazionale.

Partecipa ai miglior eventi riservati ai migliori prospetti collegiali come il McDonald’s All American, Jordan Brand Classic e il Nike Hoop Summit. In estate Tatum presenzia all’AAU (Amateur Athletic Union) basketball con i St.Louis Eagles. Successivamente arriva il premio più prestigioso, venendo nominato Gatorade National Player of the Year, ossia miglior giocatore liceale dell’anno negli USA.

Con la nazionale statunitense vanta un mondiale under-17 nel 2014 e under-19 nel 2015.

Il 12 Luglio 2015 rende noto di aver scelto i Duke Blue Devils allenati da coach Mike Krzyzewski. Purtroppo un inizio di stagione abbastanza difficile, con un infortunio che non ha permesso a Tatum di esordire nel College Basketball per il momento, la diagnosi conferita è stata di due settimane di stop. Nelle prossime settimane vedremo come si comporterà il natio di St.Louis.

 

CHE GIOCATORE E’?

Jayson Tatum viene considerato da tutti come una delle maggiori promesse del basket USA, la sua trafila liceale parla da sè:è stato giocatore capace di dominare in lungo e largo, guidando la sua squadra al titolo nazionale. Certo il difficile viene adesso, confermarsi al college e divenire un top- prospect al draft non sarà cosa facile, specialmente per un ragazzo che ancora dimostra di essere poco maturo fisicamente (vedasi i problemi con Duke). Jayson Tatum dalla sua ha un vantaggio: coach K, che saprà sicuramente allevarlo per bene e sviluppare tutto il talento che il giovane si ritrova, così da renderlo un prospetto sicuro al prossimo Draft NBA.

Parlando delle sue caratteristiche fisiche e tecniche, Tatum è un’ala versatile, sapendo giocare in svariati modi, sia da esterno che da interno. Ottimo tiratore dal perimetro e grazie al suo fisico è decisamente difficile da marcare in post. Grazie alla sua agilità e altezza lo rendono un cliente scomodo per gli avversari, sia in attacco che in difesa.

Atleticamente non è un giocatore fenomenale per esplosività e realizzazione al ferro, ma destinato certamente a migliorare attraverso un miglioramento fisico.

 

A CHI SOMIGLIA?

Per le caratteristiche tecniche un confronto più che onesto potrebbe essere quello con Paul George, stella degli Indiana Pacers, nonchè 10° scelta al draft 2010. Entrambi sono due ali molto duttili, con fisico slanciato, braccia lunghe e grande reattività, così da renderli anche degli ottimi difensori a rimbalzo.

Di certo il curriculum di George parla da sè ed il paragone che stiamo affidando al giovane Tatum è molto pesante, e ricordiamo che George arrivò nella lega in punta di piedi da  sconosciuto, al contrario proprio di Tatum, considerato da tanti anni un futuro prospetto NBA.

Ciò che servirà al freshman di Duke sarà un miglioramento fisico e muscolare, così da renderlo molto più solido e prorompente, consapevolezza nei propri mezzi e gestione tattica per riuscire a reggere l’impatto con il piano di sopra.

Marco Tortorici
marcotort97@gmail.com
No Comments

Post A Comment