fbpx
Home EurolegaEurolega preview Euroleague Preview: Real Madrid – Darussafaka Dogus

Euroleague Preview: Real Madrid – Darussafaka Dogus

di Mirko Pellecchia

Tempo di playoff anche per il Real Madrid, il quale ha chiuso in testa la regular season, e per il Darussafaka che è alla prima apparizione assoluta nella post season.

Entrambe le squadre arrivano a questa partita essendo reduci da delle strisce vincenti, rispettivamente quattro vittorie di fila per i madrileni e tre per i turchi.

 

SITUAZIONE REAL MADRID

Sergio Llull – Real Madrid

Gli uomini di coach Laso vantano il secondo miglior attacco della stagione regolare, con 86,2 punti segnati, contro i 79,1 degli avversari.

A questo gli spagnoli aggiungono il primato per quanto concerne gli assist smazzati a partita (20.6 apg), mentre i turchi risultano essere ultimi in questa speciale classifica.

Le grandi qualità offensive dei madrileni derivano da una ottima distribuzione offensiva, con il Real capace di trovare punti in ogni parte e ruolo del campo.

Alle spalle del solito Sergio Llull (16.1 ppg., 5.9 apg.), sempre più candidato numero uno al premio di MVP, troviamo infatti Anthony Randolph (10.4 ppg, 5.3 rpg), capace di ripetersi a grandi livelli dopo la scorsa stagione in maglia Kuban, Gustavo Ayon (9.4 ppg e 4.9 rpg.) e l’ormai stella Luka Doncic (8.3 ppg., 4.3 apg.).

 

SITUAZIONE DARUSSAFAKA

Brad Wanamaker – Darussafaka

Darussafaka Dogus: un nome poco noto per chi “mastica” esclusivamente la post-season della massima competizione continentale.
La squadra turca è infatti alla prima qualificazione assoluta nei playoff e ne ha ottenuto l’accesso solo all’ultima giornata, grazie allo scontro diretto vinto contro la Stella Rossa alla quale ha soffiato il posto tra le prime otto.
Non certo un gran biglietto da visita per impensierire una corazzata vincente ed esperta come quella spagnola.
Ci sono però ancora tanti ostacoli da superare per accedere direttamente alle final four.
Uno sweep appare al quanto improbabile da pronosticare nel momento in cui si vanno a confrontare i precedenti tra le due squadre.
I turchi se vogliono sperare nel miracolo devono far leva su due fattori: l’esperienza del loro allenatore ed il talento nel reparto esterni .
David Blatt, infatti, è stato protagonista di uno dei più clamorosi upset dell’Eurolega, guidando alla vittoria il Maccabi nel 2014 proprio contro il Real.
Tornando al presente, il coach ex Cleveland dovrà fare affidamento sullo strepitoso momento di forma che i suoi esterni stanno vivendo. Wanamaker ha letteralmente trascinato i turchi per tutta la regular season con medie molto elevate per quanto concerne ai punti e agli assist; Wilbekin, il quale sta tenendo medie da 50% da oltre l’arco, sembra essere entrato in forma giusto in tempo per i playoff.

 

LA PARTITA

Darussafaka sa di poter competere contro il Real grazie alla vittoria per 81-68 arrivata nel round 12, la quale ha segnato anche la sconfitta più larga in stagione per i madrileni. In quella partita però il Real non schierò Lull e Randolph.

Nel 23esimo turno turno gli spagnoli invece portarono a casa il sucessoper 101-83 grazie anche al record stagionale di triple messe a referto, ben 16.

La pressione in Gara 1 sarà tutta su Llull e compagni , costretti ad iniziare subito forte mentre il Darussfaka, che ha solo da guadagnare, potrebbe rubare la scena a tutti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi