Home Italbasket Italia, tutto facile contro Porto Rico: e Ravenna omaggia Datome

Italia, tutto facile contro Porto Rico: e Ravenna omaggia Datome

di Kevin Martorano
Gigi Datome Italia-Porto Rico

ITALIA 98-65 PORTO RICO – Si è conclusa l’amichevole tra Italia e Porto Rico, l’ultima per gli Azzurri in patria prima della spedizione in vista del Mondiale 2023. A far ricordare questa partita, però, sarà soprattutto l’omaggio che Ravenna, città ospitante del match, ha riservato a Gigi Datome, il quale ha disputato l’ultima partita da giocatore nel proprio paese. Oltre alla premiazione arrivata pochi minuti prima del match, da segnalare è stata la sostituzione ad 1.20 minuti dal termine con cui coach Pozzecco ha richiamato in panchina Gigione, sostituito dal suo amico fraterno Nicolò Melli ed omaggiato da arbitri, avversari e compagni di squadra, compreso un abbraccio con il suo compagno di squadra che ha visto un Nik Melli visibilmente commosso.

Italia-Porto Rico, gli Azzurri scappano nella ripresa

La nazionale italiana ha vinto agevolmente contro il Porto Rico, continuando il suo percorso pre-Mondiale a dir poco perfetto, viste le sole vittorie arrivate contro anche avversari di alto livello come Serbia e Grecia. Dopo un primo tempo in cui la partita è stata più o meno equilibrata, la squadra di coach Pozzecco ha effettuato la fuga con un parziale di 15-0 ad inizio terzo quarto. Poco da dire dal punto di vista tattico, visto che si tratta di un’amichevole e tra due squadre di tutt’altro livello: la squadra azzurra continua a mostrare ottime cose dal punto di vista offensivo, soprattutto nell’impressionante terzo periodo di gioco. Porto Rico si conferma invece squadra poco organizzata, con tante palle perse e confusione con la palla in mano, mentre difensivamente non hanno posto molta resistenza all’Italia.

Dal punto di vista individuale, nell’Italia sono da segnalare tre ottime prestazioni: Fontecchio e Procida, i due top scorer degli Azzurri con 16 punti, hanno fatto vedere tutto il proprio talento offensivo, seguiti subito dopo da Matteo Spagnolo, che ha messo a referto 15 punti.

Durante l’inno c’è stato un momento di emozione” ha detto Gigi Datome al termine della partita, la sua ultima in carriera giocata in Italia “Ho realizzato che molte cose stavano per avvenire per l’ultima volta, l’ultimo inno, l’ultima partita. Se ci pensi è una cosa significativa. E’ stata una grande festa e i miei compagni mi hanno aiutato con grande carattere anche per vincere la partita. Ora posso tornare a pensare solo al basket e ad aiutare il più possibile questa squadra (…) sappiamo chi siamo, ai Mondiali il nostro primo obiettivo è qualificarci alla seconda fase e salire di livello“.

You may also like

Lascia un commento