fbpx
Home NBAEvidenza Mercato NBA 2020 la lista della spesa per la deadline: Eastern Conference

Mercato NBA 2020 la lista della spesa per la deadline: Eastern Conference

di Michele Gibin

La trade deadine 2020 del mercato NBA si avvicina, e non tutte le squadre faranno per forza la loro mossa, con gli equilibri che verranno mossi dai “pezzi grossi” (Kevin Love, Andre Drummond, Andre Iguodala) e da quei team alla ricerca di rinforzi immediati per puntare ancora più in alto (Boston Celtics, Miami Heat) o perfezionarsi nella seconda parte di stagione (Lakers, Clippers, Houston Rockets, Philadelphia 76ers), con uno sguardo il più lontano possibile verso la post-season.

Altre squadre, che dalla loro stagione hanno già oggi ben poco da chiedere (Cleveland Cavs, Atlanta Hawks, Charlotte Hornets), cercheranno scelte future e si renderanno disponibili ad accogliere contratti pesanti e sgraditi, guardando già al draft NBA 2020 ed alla prossima stagione.

Ad oggi l’unica trade completata a stagione in corso è stata quella che ha spedito Jordan Clarkson agli Utah Jazz in cambio di Dante Exum e due future seconde scelte, la prima della stagione 2019\20 dopo lo scambio Russell Westbrook-Chris Paul. A poco meno di un mese dall’ora X del 7 febbraio 2020, ecco una breve “lista della spesa” per ognuna delle 30 squadre NBA, ordinate per Division.

VIA! La lista della spesa del mercato della Atlantic Division

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi