Home Italbasket Olimpiadi di Tokyo 2021: l’Italia ci andrà senza la bandiera tricolore?

Olimpiadi di Tokyo 2021: l’Italia ci andrà senza la bandiera tricolore?

di Kevin Martorano
gigi datome

Sembra essere in arrivo una sanzione severissima contro l’Italia per quanto riguarda le Olimpiadi (e quindi anche la nazionale di basket) che si svolgeranno in quel di Tokyo: infatti gli atleti azzurri per la prima volta nella storia non potranno presentarsi sotto la bandiera tricolore ma dovranno partecipare da indipendenti.

Questa sanzione secondo quanto riporta la Repubblica sarebbe già stata decisa dal CIO, applicandola a partire dal 27 gennaio alle ore 17.30 con la sospensione del CONI. Inoltre, l’avvento di questo provvedimento nei confronti dell’Italia, comporta anche la sospensione dei finanziamenti da parte del CIO per i Giochi Olimpici di Milano-Cortina, in programma per il 2026.

Andiamo ora a vedere il motivo per cui l’Italia verrà con ogni probabilità sanzionata in questo modo.

Basket, l’Italia alle Olimpiadi senza tricolore: i motivi della sanzione

C’è da precisare, come abbiamo fatto anche in precedenza, che questa sanzione riguarda in generale lo sport italiano, dunque non solo per quanto riguarda la Nazionale di pallacanestro. Il motivo di questa sanzione da parte del CIO è quello che risiede nella riforma dello sport attuata ormai più di due anni fa, da parte del governo Lega e Movimento 5 Stelle e volta dal ministro Vincenzo Spadafora.

In pratica, questa riforma ha cancellato l’autonomia del Coni dalla politica, cosa che viola quindi la Carta Olimpica. Il presidente del CIO Thomas Bach inoltre ha già fatto presente di questa problematica al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ma la modifica necessaria per rispettare le richieste del CIO non è mai arrivata.

Per evitare di andare incontro a questo provvedimento, i quotidiani italiani riportano che Giuseppe Conte dovrebbe convocare un consiglio dei ministri entro domani 26 gennaio, in cui si dovrebbe approvare un decreto salva-CONI.

Aria di crisi dunque a soli due giorni dalla riunione dell’Esecutivo del CIO, con il presidente della fedrazione italiana di basket (ed ex capo del Coni) Gianni Petrucci che tuona, come riportato da Open: “Siamo alla vigilia dell’esecutivo del 27 e i casi sono due: o non c’è la volontà o non c’è autorità. Non si è mai arrivati a un punto tale per cui il Comitato olimpico di un Paese che è ai primi posti nel mondo per risultati sportivi e olimpici debba essere umiliato perché ancora non si è data la completa autonomia al Coni“.

Incontro a questa sanzione ricordiamo che sono andate anche la Bielorussia di Lukashenko e la Russia dopo che esplose lo scandalo doping.

Per restare aggiornato sul basket italiano clicca qui.

You may also like

Lascia un commento