Home NBA, National Basketball AssociationNBA News NBA, OG Anunoby in ascesa brilla nella vittoria Raptors a Indiana

NBA, OG Anunoby in ascesa brilla nella vittoria Raptors a Indiana

di Michele Conti
I-Toronto-Raptors-vincono-cinque-delle-ultime-sei-ad-Indiana-decisivo-OG-Anunoby

Progressivamente si inizia a riconoscere una versione più familiare dei Toronto Raptors. In seguito ad un inizio di stagione con solamente 2 vittorie nelle prime 10 gare, la squadra di Nick Nurse sta risalendo la china. Le turbolenze iniziali erano fin troppo distanti da ciò che i Toronto Raptors hanno mostrato con costanza nelle recenti annate. Ora, seppur con continue assenze a causa di infortuni, ciò che maggiormente è stato fonte di elogi in passato, è senza dubbio ciò che ha permesso di ottenere 5 vittorie nelle ultime 6 sfide. Con l’attuale record di 7 vittorie e 9 sconfitte, i Toronto Raptors si affacciano alle posizioni che decretano l’accesso alla post-season. Tutto nasce da uno sforzo offensivo collettivo, un senso di responsabilità generalizzato, ed un enorme impatto con la strategia difensiva. Il quinto successo in questo scorcio di ripresa è arrivato in trasferta contro gli Indiana Pacers.

Senza Pascal Siakam e Kyle Lowry, i Toronto Raptors hanno dovuto registrare nuovi protagonisti che non hanno fatto mancare il loro contributo. Nick Nurse manda in campo ben 11 giocatori nelle rotazioni e permette a chiunque di avere una opportunità. Questa ricerca di una maggiore profondità permette di richiamare giocatori che in normali circostanze non avrebbero minutaggio. Una dinamica che in passato permetteva a OG Anunoby e Chris Boucher di mettere parzialmente in mostra quel potenziale che in questa stagione è diventato elemento rilevante. Quello che ha permesso al primo di valere la sua estensione contrattuale di quattro anni del valore di 72 milioni di dollari. Entrambi hanno medie al massimo in carriera in ogni voce statistica. Ed in queste cinque vittorie hanno combinato per una media di 35.6 punti a gara. I Toronto Raptors non hanno mai perso quando Kyle Lowry e Pascal Siakam, o uno di loro, non ha giocato.

La difesa dei Toronto Raptors regala la vittoria

Nelle cinque vittorie ottenute, i Toronto Raptors hanno subito 99.4 punti in media dagli avversari. Un segno che la squadra sta sfruttando la fase difensiva per ribaltare l’andamento stagionale. Nella gara vinta contro gli Indiana Pacers, i Toronto Raptors hanno costretto gli avversari a 19 palloni persi. Un dato che in stagione non supera i 13.7 di media e si colloca tra i dieci migliori nella lega. I Toronto Raptors hanno riservato un trattamento rigido per Domantas Sabonis e Malcolm Brogdon, due delle più lustri sorprese finora. Il primo ha chiuso con soli 10 punti ed il 10% dal campo. Mentre per la point-guard i punti sono 12 con 5 su 22 al tiro. Un lavoro che ha pienamente soddisfatto Nick Nurse. “L’intero gruppo ha giocato duramente per tutti i 48 minuti, e non posso che complimentarmi. Una bella sensazione venire ricompensati con una vittoria.

La gara arriva in totale equilibrio nel quarto finale dopo un parziale di 13-2 per gli Indiana Pacers. OG Anunoby, Fred VanVleet e Norman Powell guidano le operazioni offensive. Ma l’esito si decreta nella opposta metà campo. Negli ultimi 25 secondi, con i Toronto Raptors avanti per 102-103, prima Fred VanVleet difende in maniera estremamente intelligente su Malcolm Brogdon, forzando una violazione oltre i 24 secondi. Dopo un efficace viaggio in lunetta di Anunoby che regala il vantaggio di tre punti, Chris Boucher e Stanley Johnson stoppano consecutivamente l’ultimo vano tentativo di Domantas Sabonis. Come riportato da Josh Lewenberg di TSN Sports, Fred VanVleet riconosce che questo approccio è l’unico mezzo che può permettere ai Toronto Raptors di svoltare la propria stagione. “Quanto fatto nelle ultime due gare è ciò di cui abbiamo bisogno. In queste condizioni, non abbiamo altra scelta che giocare in questo modo ogni possesso.

L’ascesa di OG Anunoby

A fianco dell’usuale tabellino di Fred VanVleet e Norman Powell, i primi a venire immediatamente chiamati in causa in assenza di Pascal Siakam e Kyle Lowry, OG Anunoby sta acquisendo sempre più consapevolezza. Ed allo stesso tempo, si comincia ad accorgersi di un giocatore in costante crescita. La gara contro gli Indiana Pacers lo mette già, seppur in esigua parte, nella storia dei Toronto Raptors. È diventato il secondo giocatore nella storia della franchigia, assieme a Kawhi Leonard, a registrare multiple gare da almeno 30 punti, 5 rimbalzi e 5 palloni rubati. Un manifesto di un gioco in grado di apportare benefici alla squadra su entrambi i lati del campo. Un two-way player da enormi prospettive, che i Toronto Raptors hanno blindato non appena fosse emersa l’occasione.

Il giocatore sta attraversando un importante processo di maturità, dove grazie al lavoro svolto viene messo nelle condizioni di avere maggiore responsabilità nelle performance di squadra. La predisposizione offensiva dei Toronto Raptors non prevede l’esaltazione di alcun ego spropositato, per nessun giocatore. La distribuzione dei punti è spesso omogenea e i suoi leader variano spesso in diverse gare. Ora, vi è la possibilità di poter fare affidamento su una bocca offensiva aggiuntiva come OG Anunoby. Ed è un importante passo in avanti, tanto per l’individuo come per il proseguo della stagione dei Toronto Raptors. I quali resteranno ad Indianapolis per un rematch immediato. Prevedibili saranno gli aggiustamenti da parte di Nate Bjorkgren, ora allenatore dei Pacers ma in passato assistente a lungo di Nick Nurse. Per quest’ultimo, la base di partenza per avviare ad una seconda vittoria è ottima.

You may also like

Lascia un commento