Rudy Gobert, è rottura con i Jazz? 5 possibili trade

di Gabriele Melina
Rudy Gobert trade

Sembra giunto a un punto di non ritorno il rapporto tra Rudy Gobert e gli Utah Jazz, eliminati al primo turno di playoffs in sei gare dai Dallas Mavericks. Anche quest’anno, la formazione di coach Quin Snyder si è confermata una squadra da stagione regolare, incapace di farsi valere nella corsa al titolo.

Uno dei maggiori punti critici ha riguardato proprio Gobert, un argomento già toccato più volte in passato, la cui efficienza difensiva ai playoffs è stata messa in discussione. Non solo, Gobert si è rivelato un giocatore molto limitato in fase offensiva, il che non ha aiutato la cavalcata dei Jazz. Ma è veramente colpa del centro francese se Utah è rimasta a mani vuote per l’ennesima volta?

Una porzione delle “colpe” non può non essere affidata a Gobert, eppure, osservando i Jazz in azione, si nota chiaramente la mancanza di difensori perimetrali. Questo deficit ha consentito agli avversari, quest’anno i Mavericks, lo scorso i Los Angeles Clippers, di superare i difensori esterni e penetrare facilmente in area. A questo punto, Gobert non può far altro che aiutare sul giocatore in penetrazione, lasciando libero il suo uomo.

Dallas ha sfruttato un così evidente malfunzionamento degli avversari giocando con Maxi Kleber da centro (8 su 11 da tre in gara 2). Utah era inciampata in una situazione simile lo scorso anno con Terance Mann, autore di 39 punti nella gara 6 che eliminò i Jazz. In questi casi, Gobert tende a prendersi la maggior parte delle responsabilità e conseguenti colpe, ma è doveroso sottolineare l’esistenza di altri complici nei fallimenti di Utah.

Capro espiatorio o meno, Gobert potrebbe essere in via di partenza. Per questo motivo, diam un’occhiata a cinque scambi che gli consentirebbero un nuovo inizio in una squadra diversa.

You may also like

Lascia un commento