fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Warriors, cosa fare dopo l’infortunio di Thompson? Le possibili trade

Warriors, cosa fare dopo l’infortunio di Thompson? Le possibili trade

di Francesco Schinea

L’infortunio di Klay Thompson ha inevitabilmente compromesso, ancor prima di iniziare, la stagione 2020/21 dei Golden State Warriors, che dovranno ora concentrare la propria attenzione sul mercato delle trade. La dirigenza della franchigia californiana avrà, infatti, il difficile compito di rafforzare un roster reso ancor meno profondo dalla perdita del prodotto di Washington.

Il general manager Bob Myers si è già mosso negli ultimi giorni attraverso la trade per Kelly Oubre Jr. e la firma al minimo salariale dell’esperto Kent Bazemore e di Brad Wanamaker . Nonostante ciò, secondo Adrian Wojnarowski di ESPN il mercato della franchigia californiana non finirà qui.

Come riportato da Shams Charania di The Athletic, gli Warriors potranno sfruttare la Disabled Player Exception da 9.3 milioni di dollari, valida per contratti in scadenza al termine della stagione, in seguito all’infortunio di Klay Thompson. A ciò si aggiungono i 5.7 milioni relativi alla mid-level exception.

I pochi free agent di livello ancora disponibili, principalmente veterani con cui completare la panchina, fanno presumere che difficilmente Myers riuscirà a migliorare adeguatamente Golden State, in modo da raggiungere Lakers e Clippers, se non grazie ad alcune trade.

Warriors, le possibili trade dopo l’infortunio di Thompson: PJ Tucker e Derrick Rose

Bleacher Report ha avanzato due interessanti ipotesi relative ai giocatori sui quali la dirigenza della Baia potrebbe puntare: PJ Tucker e Derrick Rose.

Tucker ha sempre rappresentato uno dei cardini del progetto degli Houston Rockets nelle ultime stagioni, ma i cambiamenti dirigenziali e sulla panchina, alle quali si aggiungono le richieste di trade di Russell Westbrook e James Harden, potrebbero cambiare le carte in tavola.

Il giocatore dei Rockets è reduce da una stagione in cui ha realizzato 6,9 punti e 6,6 rimbalzi di media. Ha inoltre un contratto in scadenza da 8 milioni, che potrebbe dunque essere assorbito dalla Disabled Player Exception.

Discorso simile anche per Rose, autore di 18,1 punti e 5,6 assist con la maglia dei Detroit Pistons. Percepisce attualmente 7.7 milioni, e Golden State potrebbe inserire in un’eventuale trattative diverse scelte future o giovani interessanti, quale ad esempio il nostro Nico Mannion.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi