Home NCAA BasketballMarch Madness Ncaa March Madness: North Carolina, una delle grandi favorite

Ncaa March Madness: North Carolina, una delle grandi favorite

di Marco Tarantino
Louisville v North Carolina

Con la March Madness ai nastri di partenza, si può cominciare a dare un’occhiata al tabellone e alle partite che si disputeranno. Di particolare interesse sono i match che si disputeranno a Greenville, cittadina del South Carolina, North Carolina chiamata a rispondere a tante aspettative e speranze. North Carolina, una delle grandi favorite aprira’ le danze contro Texas Southern questo venerdi’. UNC ha chiuso la SWAC conference con un record di 16-2 (23-11 complessivo) dimostrando di aver superato la crisi capitata a meta’ stagione. Il dibattito su chi meritasse la seed #1 tra loro e Duke e’ stato argomento di forti contrasti negli States, ma a fare la differenza nella scelta alla fine l’ha fatta la bella prova in Regular Season in una ACC a dir poco complicata. La squadra viaggia con 84.3 punti a partita e 46.8% dal campo, concedendo appena 70.9 punti e il 41.8% dal campo. Grazie a queste cifre, North Carolina e’ riuscita a vincere 14 delle ultime 18 partite, guidati dalla coppia Justi Jackson-Joel Berry II in grande spolvero. Il primo infatti al momento tiene una media di 18.1 punti a partita e 4.6 rimbalzi, mentre il compagno viaggia con 14.8 punti e i 3.7 assist.

Dall’altra parte invece ci saranno i Southern Tigers Texas, imbattuti nell’ultimo mese e freschi campioni del Southwestern Tournament. I giocatori da cui North Carolina dovra’ fare attenzione sono Zach Lofto (17 punti e 2.4 assist a partita) e Demontrae Jefferson (14.9 punti e 2.2 rimbalzi). La difesa poi sara’ un’arma in piu’ per i texani, che finora hanno saputo tenere gli avversari al 32.4% dall’arco e assicurandosi ben 32.2 rimbalzi a partita. Certo, tutto questo non dovrebbe essere sufficiente per fermare la corazzata Tar Heels, ma Marzo e’ famoso per essere un mese pazzo.

Louisville v North Carolina

Isaiah Hicks #4, Justin Jackson #44 and Joel Berry II #2 of the North Carolina (Photo by Streeter Lecka/Getty Images)

Altra sfida in programma a Greenville e’ forse la partita piu’ equilibrata delle due. Infatti lo spettacolo che andra’ in mostra vedra’ opporsi Arkansas e Seton Hall, rispettivamente seed #8 e #9 del torneo. Mike Anderson, coach di Arkansas, finora ha fatto un buon lavoro, riportando la squadra ai livelli degli anni 90. La squadra e’ piuttosto profonda, con nove giocatori che viaggiano con un +/- di +14 a partita e giocatori del calibro di Daryl Macon in uscita dalla panchina. Seton Hall dal canto suo puo’ rispondere con numerosi talenti a disposizione, a partire da Khadeen Carrington (16.9 punti a partita di media) fino ad arrivare ad Angel Delgado, ala da oltre 15 punti a partita. I due giocatori saranno il vero ago della bilancia di questa partita. Il primo infatti dovra’ far prevalere il suo talento alle pause e all’incostanza che troppo spesso lascia intravedere, mentre il secondo dovra’ attaccare il ferro, zona dove Arkansas va maggiormente in difficolta’. Se Seton Hall riuscira’ a rendere al meglio questi due elementi, il loro passaggio del turno dovrebbe essere assicurato.

You may also like

Lascia un commento