Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Bradley Beal ringrazia John Wall: “Il nostro legame non cambierà mai”

Bradley Beal ringrazia John Wall: “Il nostro legame non cambierà mai”

di Luca Gigliotti
Washington Wizards

Dopo la trade che ha portato John Wall a Houston e Russell Westbrook ai Wizards, Bradley Beal ha voluto ringraziare ed elogiare il suo compagno di merende e di battaglie in quel di Washington fin da quando è entrato nella lega, nel 2012. Lo ha fatto con un emozionante messaggio, rilasciato ieri sera sul suo profilo Instagram.

8 anni insieme, più di 300 partite disputate, 40 nei playoffs: Wall e Beal ne hanno passate di tutte e di più nella capitale, sia in campo, ma soprattutto fuori dal campo, dove hanno fin da subito stretto un legame molto forte.

La trade tra i Rockets e gli Wizards dunque li separerà dal punto di vista cestistico, ma la guardia di St. Louis, nel suo messaggio ha rassicurato che la loro amicizia andrà al di fuori dei campi da gioco, e di certo non si interromperà.

Il messaggio di Beal e il futuro dell’ex duo di Washington

“Grazie!!! Una parola che non sarà mai sufficiente per te. Mi hai ospitato in questi otto incredibili anni a Washington. “Wall e Beal si odiano” è stata certamente la più grande ca****ta che abbiamo dovuto sopportare, ma sia io sia te conoscevamo il nostro fantastico legame. Sarai un fratello per sempre e il nostro rapporto sarà ovviamente più forte delle sfide in campo. Abbiamo dei ricordi indelebili, che non dimenticherò mai. Washington ti ama e ha amato tutto il sangue, il sudore e le lacrime che hai dato per questa città e per questo gioco. Il tuo lavoro e il tuo nome saranno sempre un esempio nella capitale”.

Parole evidentemente molto sentite e commoventi quelle di Bradley Beal, che dopo aver salutato definitivamente il suo ormai ex compagno di avventure, è pronto ad iniziare un nuovo progetto. Lo stesso vale ovviamente per John Wall.

Il primo proverà, insieme all’MVP del 2018 Russell Westbrook,  a riportare la capitale ai playoffs, mentre il secondo si unirà a James Harden, nell’intento di far fare ai Rockets quell’ultimo difficilissimo salto di qualità per puntare definitivamente al titolo.

Due obiettivi diversi e complicati, ma se le qualità che Beal e Wall hanno dimostrato negli 8 anni insieme, si confermeranno anche individualmente, potranno sicuramente dire la loro in una stagione che prevede spettacolo e colpi di scena.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Bradley Beal (@bradbeal3)

You may also like

Lascia un commento