fbpx
Home NBANBA News Pelicans, Brandon Ingram ferma i Jazz con 49 punti, Ball: “E’ il suo anno”

Pelicans, Brandon Ingram ferma i Jazz con 49 punti, Ball: “E’ il suo anno”

di Michele Gibin

Pelicans, è Brandon Ingram a vincere il duello personale contro Donovan Mitchell e prendersi la rivincita contro gli Utah Jazz, tre settimane dopo il finale di partita concitato tra le due squadre sempre a New Orleans.

In quell’occasione, e complice un mancato fischio arbitrale, Brandon Ingram non era riuscito a pareggiare la partita all’ultimo secondo per i suoi Pels, ma giovedì notte l’ex Lakers ha fatto di meglio, fermando con 49 punti e dopo un tempo supplementare la striscia positiva di 10 vittorie degli Utah Jazz.

Allo Smoothie King Center di NOLA, Pelicans-Jazz termina 138-132, non bastano a Utah i 46 punti (massimo in carriera pareggiato) di Donovan Mitchell. A raddrizzare la partita nel finale per New Orleans sono Derrick Favors e E’waun Moore che annullano un vantaggio di 7 punti Jazz negli ultimi due minuti, permettendo a Brandon Ingram di segnare in sospensione il canestro della (apparente) vittoria a 0.2 secondi dal termine dei regolamentari.

La partita non è però finita, con Jaxon Hayes che commette fallo a gioco ancora fermo sulla successiva rimessa Utah su Rudy Gobert, che da regolamento va in lunetta per pareggiare di nuovo la gara con un 1 su 2.

Ai supplementari, un indemoniato Ingram trova il sesto fallo di Gobert e la partita prende la direzione di New Orleans. Per i Pelicans, oltre a “B.I.” ci sono anche i 21 punti con 11 rimbalzi dell’ex Derrick Favors, ed i 16 punti in uscita dalla panchina per E’Twaun Moore in 28 minuti. Cattiva serata di tiro per Lonzo Ball (2 su 12) che chiude con 13 assist e sole 2 palle perse.

Siamo riusciti a rimanere concentrati anche dopo quel finale (il fallo su Gobert, ndr)” Così Ingram “L’abbiamo voluta più di loro, siamo saliti ancora di livello nel supplementare e l’abbiamo spuntata“. Per Brandon Ingram quella di giovedì contro i jazz è la nona escursione sopra quota 30 punti in stagione, per lui anche 8 rimbalzi e 6 assist. Con le assenze di Jahlil Okafor, Jrue Holiday e JJ Redick, ancora spazio in quintetto base per Nicolò Melli, che in 26 minuti di gioco chiude con 7 punti e 4 rimbalzi.

Questo è proprio l’anno di Brandon Ingram” Così Lonzo Ball “Lo conosco da anni è so che una persona con grande fiducia nei suoi mezzi, ma quest’anno è su un altro livello. E’ il go-to-guy della nostra squadra e noi abbiamo grande fiducia in lui“.

Con la vittoria di giovedì notte, i Pelicans (16-26) restano in corsa per l’ottavo posto nella Western Conference, e per le prossime partite beneficeranno dei rientri di Jrue Holiday (gomito destro) e Zion Williamson, che farà il suo debutto stagionale il prossimo 22 gennaio contro i San Antonio Spurs.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi