fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBrooklyn Nets Brooklyn Nets decimati, Dinwiddie e Jordan hanno il covid

Brooklyn Nets decimati, Dinwiddie e Jordan hanno il covid

di Michele Gibin

Rischiano di presentarsi a Orlando decimati i Brooklyn Nets, dopo che Spencer Dinwiddie e DeAndre Jordan hanno annunciato di aver contratto il coronavirus.

Jordan ha annunciato via Twitter di aver ricevuto la notizia della sua positività al virus solo ieri, dal suo agente, e si è pertanto già chiamato fuori dai giochi per la ripresa della stagione al Walt Disney Resort di Orlando, Florida, il veterano ex Clippers ha raccontato di aver contratto il virus a New York, una volta tornato in città per riprendere gli allenamenti.

Anche Dinwiddie ha annunciato la sua positività al virus parlando con Shams Charania di The Athletic. Il giocatore non ha al momento ancora deciso se esserci a Orlando o meno: “In queste settimane sono stato attento e diligente per cercare di proteggere me è gli altri dal covid, ero pronto a raggiungere i miei compagni di squadra, ho preso un volo privato per tornare a New York e superato tanti test per il virus, e persino partecipato ad alcuni allenamenti. In origine avremmo dovuto essere una delle squadre tra le prime a volare a Orlando, poi però il nostro training camp è stato spostato a New York, e ora ho il virus. E dal momento che ho sperimentato alcuni sintomi come febbre e difficoltà respiratorie, non so ancora se potrò giocare“.

I Nets saranno già senza gli infortunati Kyrie Irving e Kevin Durant, e anche Wilson Chandler ha deciso di tirarsi indietro per motivi personali. Senza DeAndre Jordan la squadra perde una delle due soluzioni sotto canestro assieme a Jarrett Allen, ed anche il rookie Nicolas Claxton da Georgia ha annunciato nei giorni scorsi che resterà fuori per infortunio.

Sul mercato i Brooklyn Nets hanno messo sotto contratto la guardia Tyler Johnson, ex Phoenix Suns e Miami Heat, e l’ala Justin Anderson per sostituire Chandler. La squadra potrà firmare un altro giocatore per sostituire DeAndre Jordan.

La città di New York è stata l’area più colpita dall’epidemia degli interi Stati Uniti, con oltre 393mila casi sul territorio dello stato, e 24835 decessi da inizio epidemia. Sono oltre 2.5 milioni i casi di coronavirus confermati negli USA.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi