fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics I Bucks battono i Celtics dopo una partenza sprint e la rimonta Boston

I Bucks battono i Celtics dopo una partenza sprint e la rimonta Boston

di Francesco Catalano

In una gara di alto livello per la Eastern Conference i Milwaukee Bucks battono i Boston Celtics per 119 a 112. Come abbiamo visto da queste prime due giornate di partite nella bolla di Orlando, gli incontri sono ricchi di tanti errori, ma anche di tante giocate spettacolari.

Uno dei fattori di questi match sono anche i capovolgimenti continui di fronte. Infatti, pronti via, la gara tra la prima e la terza forza dell’Est sembrava già decisa. Giannis Antetokounmpo e compagni sono partiti subito forte creando un parziale di 18 a 2 con dei Celtics non ancora pervenuti in campo.

Quando la gara sembrava già indirizzata, i ragazzi di coach Brad Stevens si sono rialzati ed hanno ricucito il gap. La partita poi è stata combattuta punto su punto fino alla fine in un anticipo di quella che potrebbe essere una delle serie più belle dei playoffs.

Il migliore dei Bucks, neanche a dirlo, è stato l’MVP Giannis Antetokounmpo con 36 punti (14 su 20 dal campo), 15 rimbalzi e 7 assist. Come sparring partners hanno contribuito Khris Middleton con 18 punti, Brook Lopez con 14 punti e Donte Divincenzo con 10 punti.

I Celtics hanno beneficiato di una super prova di Gordon Hayward (17 punti con 6 su 14 dal campo, 9 rimbalzi 6 assist), nella serata in cui Jayson Tatum ha realizzato una prova al di sotto delle aspettative (5 punti e 2 su 18 dal campo). Grande prova anche di Jaylen Brown con 22 punti; sono stati fondamentali poi i contributi di Kemba Walker (16 punti e 3 su 6 da tre), seppur con un minutaggio ridotto, e Daniel Theis (13 punti e 12 rimbalzi).

Prova di spessore del solito Marcus Smart che ha fatto la differenza su entrambe le parti del campo (23 punti con 7 su 11 dal campo e 3 su 6 da tre). Ed è stato proprio la colonna dei Celtics il protagonista di un episodio controverso nel finale di partita.

Un battibecco nel finale tra Giannis e Smart decide il match tra Bucks e Celtics

La gara infatti nel quarto quarto era ferma sul 107 pari a un minuto e 28 secondi dal termine. In quel momento Antetokounmpo dopo aver saltato Tatum, con un eurostep  si è lanciato verso il canestro andando contro a Marcus Smart. Gli arbitri hanno fischiato fallo al biancoverde anche se proprio Smart ha rivelato a fine partita di aver ricevuto le scuse degli arbitri.

Detto francamente, sappiamo tutti perché è andata così. Sarebbe stato il sesto fallo di Giannis e loro non volevano buttarlo fuori”. Con un minuto e mezzo al termine, possesso Celtics e Giannis in panchina, la partita probabilmente sarebbe potuta andare in modo diverso.

Il greco ha risposto così alle parole del biancoverde: “E’ la sua opinione. Ne abbiamo parlato e lo rispetto come giocatore. Penso che sia una grande giocatore. La cosa che mi piace di lui è che è il primo in campo, si fida dei suoi compagni, gioca duro e difende alla perfezione. Questo è quello che gli ho detto a fine partita. Niente di più. Non sono quel tipo di giocatore che accende la miccia. Voglio rimanere concentrato e aiutare la mia squadra a vincere. Lui ha fatto quel che ha fatto perché cercava di cacciarmi fuori, ma fa parte del gioco”.

La super prestazione di Antetokounmpo ha permesso alla squadra di Budenholzer di sopperire alle assenze di Eric Bledsoe e Pat Connaughton. I due sono arrivati nella bolla, ma sono ancora in quarantena.

Ottimi segnali anche per Brad Stevens, fatta eccezione per il blackout nella prima parte del primo quarto. Ha pesato sulla squadra la magra prestazione di Tatum, ormai cartina al tornasole dei Celtics. Con JT in forma, un’eventuale serie playoffs potrebbe avere un sapore tutto diverso.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi