fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks I Bucks stendono i Raptors, Giannis: “Gara 6 in testa oggi, Drake? Non mi interessa”

I Bucks stendono i Raptors, Giannis: “Gara 6 in testa oggi, Drake? Non mi interessa”

di Michele Gibin

Giannis Antetokounmpo ha l’antidoto contro la difesa più “molesta” della NBA tutta, quella dei rivali Toronto Raptors che alla ScotiaBank Arena trovano una rara sconfitta. 108-97 Bucks il risultato finale, difesa superiori agli attacchi in campo e la determinazione di Giannis a fare la differenza nel terzo quarto.

34-19 il parziale nel terzo periodo per i Bucks, con i Raptors che, usando le parole di coach Nick Nurse, “Non segnano mai“. Kyle Lowry e Serge Ibaka combinano per un brutto 4 su 27 al tiro (2 su 17 al tiro da tre punti), Pascal Siakam e Fred VanVleet tentano di riportare nel quarto quarto i campioni in carica in partita, ma non c’è nulla da fare.

Mi ricordo l’ultima volta che abbiamo giocato qui“, Antetokounmpo allude alla gara 6 della finale della Eastern Conference 2019, serie vinta per 4-2 dai Raptors di Kawhi Leonard “E mi ricordo cosa provai allora, oggi me l’ero segnata. Ottava vittoria in stagione nella seconda di un back-to-back? Non lo sapevo, non ci avevo pensato. Alla fine il nostro compito è solo giocare e fare il nostro lavoro, non importa se si è stanchi o ‘rotti’, tutti i nostri avversari giocano per vincere, e così anche noi. Non cediamo terreno nemmeno se siamo stanchi“.

Giannis Antetokounmpo chiude la sua partita con 19 punti, 19 rimbalzi e 8 assist, in 38 minuti e con un per lui inusuale 7 su 8 ai tiri liberi, ed una frecciatina a Drake, tifoso numero 1 dei Raptors comparso a bordo campo con due finte cinture da campione WWE sulle spalle, a mo’ di provocazione verso i Bucks e la loro celebre routine pre partita: “Davvero? Non l’ho notato, in partita sono concentrato solo sul gioco. Vuol dire che si preoccupa di quel che faccio, è un bene. Io non posso dire lo stesso di lui, però“.

I Bucks, già matematicamente qualificati ai playoffs, sono la prima squadra a raggiungere quota 50 vittorie (50-8), con un margine rassicurante proprio su Raptors (42-16), oggi secondi, e Celtics (40-17), le due squadre emerse per la lotta al secondo posto ad Est.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi