fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics I Celtics ritrovano la via contro i Pacers: rimonta sventata e vittoria cruciale

I Celtics ritrovano la via contro i Pacers: rimonta sventata e vittoria cruciale

di Francesco Catalano

I Boston Celtics si rialzano vincendo sul difficile campo degli Indiana Pacers per 114 a 111. Una vittoria che ridà morale agli uomini di coach Brad Stevens e che li rilancia nella sfida per il secondo posto con i Toronto Raptors. La partita racchiude in sé tutti i punti di forza e di debolezza di questa squadra.

Dopo due mesi scoppiettanti in cui i biancoverdi erano una delle squadre più in forma, sono arrivate una fila di sconfitte che hanno rimesso in discussione alcuni aspetti del team. Le quattro partite perse di fila in casa culminate con la sconfitta contro gli OKC Thunder hanno acceso un campanello d’allarme a Boston. I Celtics, nella maggior parte dei casi, riescono a portarsi in vantaggio e a creare un ampio margine di vantaggio per poi farsi recuperare nel finale di partita.

E’ successo anche stanotte contro i Pacers. Nel terzo quarto, infatti, avevano maturato addirittura un vantaggio di 17 punti, ma non è  stato sufficiente per arginare la rimonta di Indiana guidata dalle triple di Oladipo e dallo strapotere fisico di Sabonis. A due minuti e poco più dal termine della gara i Pacers sono andati anche in vantaggio di tre punti, facendo infuocare l’arena. Sembrava l’ennesima sconfitta subita in rimonta per Boston.  Quando invece tutto andava per il peggio, c’è stata una scossa. Guidata principalmente da Gordon Hayward, uno che di solito non si fa sentire molto in campo. “Gordon ci stava incitando. Non capita spesso” ha detto il compagno Marcus Smart.

https://www.instagram.com/p/B9kzM7jpgA-/

L’ex Jazz nelle ultime partite sta trovando un buon ritmo e sta sfornando prestazioni da All-Star. Questa notte, infatti, ha messo a segno 27 punti, 10 rimbalzi, 5 assits e 2 rubate con 10 su 19 dal campo. Quindi i Celtics, da uno svantaggio di tre punti, con una tripla di Theis  e un canestro in caduta, seguito da una stoppata, di Marcus Smart (16 punti) sono riusciti a portarsi a casa la vittoria. Si è rivisto anche il Jayson Tatum che ci eravamo abituati a vedere nel mese di febbraio e lo ha fatto tornando ad indossare un polsino viola al braccio. Per lui 30 punti e 6 rimbalzi con 11 su 22 dal campo.

Continua anche l’ottima evoluzione di Daniel Theis (20 punti e 6 rimbalzi con 8 su 12 dal campo e 2 su 2 dall’arco) che si rivela essere sempre più fondamentale per questa squadra grazie alle sue doti da passatore e tiratore. Fa ancora fatica, invece, Kemba Walker che deve ritrovare la forma dopo i problemi avuti al ginocchio. I problemi che Brad Stevens dovrà risolvere in vista dei playoffs sono sempre gli stessi: una panchina che dà poche garanzie e pochi punti e un’incapacità di chiudere le partite. La sensazione è che questi Celtics dipendano molto sullo stato di forma dei suoi 5/6 titolari. Se questi si muovono bene in campo possono mettere in difficoltà qualsiasi squadra, altrimenti tutto si fa più difficile.

View this post on Instagram

@_kw15 just in time 🚨

A post shared by Boston Celtics (@celtics) on

Con 18 gare rimaste da giocare la rincorsa ai Toronto Raptors è ancora aperta. Visto anche che a breve ci sarà uno scontro diretto. E lo sa anche coach Stevens: “ Abbiamo ancora 18 partite partite da giocare dopo questa. Siamo lontani dal risultato finale, ma dobbiamo raggiungerlo in fretta. Dobbiamo iniziare ad alzare il livello. Per questo è stato importante uscire vincenti da una partita come questa”.

Nella notte di giovedì i Celtics giocheranno al Firserv Forum di Milwaukee. Una gara che sulla carta potrebbe sembrare più che difficile, potrebbe avere qualche spiraglio di vittoria in più vista la probabile assenza di Giannis Antetokounmpo.

View this post on Instagram

#CelticsWin ☘️

A post shared by Boston Celtics (@celtics) on

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi