fbpx
Home NBANBA TeamsBrooklyn Nets I Lakers si infrangono contro i Nets, nel mezzo di un clima di cambiamenti

I Lakers si infrangono contro i Nets, nel mezzo di un clima di cambiamenti

di Lorenzo Brancati

Se i Los Angeles Lakers venivano da un fine settimana pressoché perfetto, con le vittorie sui Milwaukee Bucks e sui cugini dei Clippers, i Brooklyn Nets potevano dire l’esatto opposto. Tra cambiamenti in panchina e voci che si sono rincorse riguardo l’invasività della volontà dei suoi giocatori, una vittoria della squadra di New York era difficilmente pronosticabile. Eppure, Spencer Dinwiddie e compagni hanno trionfato per 104-102.

Se gli ultimi giorni hanno preannunciato dunque un clima di cambiamenti per tutta la lega, causa coronavirus, i Nets hanno anticipato tutti con alcune rivoluzioni interne. Per il coach ad interim, Jacque Vaughn, si tratta della seconda vittoria in due partite, che la guardia Timothe Luwawu-Cabarrot ha definito “la più importante dell’anno.”

La gara si è decisa all’ultimo tiro, sbagliato, di Anthony Davis. Il numero 3 aveva ricevuto uno scarico di LeBron James, lasciato libero oltre la linea da tre punti da DeAndre Jordan ha tentanto il tiro che sarebbe valso la vittoria. Il ferro ha però risputato la palla sul tabellone e poi lontana dal canestro.

Le reazioni della panchina dei Nets sono state molto esplicite, con Kevin Durant che ha probabilmente sentito il cuore fermarsi per qualche istante. Coach Vaughn ha raccontato: “E’ la bellezza e la sofferenza del basket, allo stesso tempo. Avevo una visuale perfetta. Ho visto il tiro partire, viaggiare. Ho guardato i suoi piedi. Era un tiro da tre. Ho pensato: qui o la perdiamo o la vinciamo.”

Lakers, con i Nets era gara fondamentale

A 9 secondi del termine, LeBron James aveva avuto la possibilità di portare avanti i suoi, salvo vedere il suo sottomano uscire dopo aver accarezzato il ferro. “Ci sono stati possessi durante i quali avremmo potuto combattere di più e più duramente.” ha affermato a fine partita coach Frank Vogel “Ma alla fine ho l’impressione che avessimo la voglia giusta di vincere per dare valore all’ultimo fine settimana. Semplicemente non siamo arrivati fino in fondo.”

Anche Avery Bradley, protagonista della vittoria sui Clippers, ha riconosciuto l’importanza della partita. Ha infatti commentato: “LeBron arriverà a fare le interviste dopo di me. Sono sicuro che dirà che questa era la partita più importante dell’anno. E’ stato il nostro approccio, e purtroppo non siamo riusciti a portare a termine il lavoro.”

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi