fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Chris Mullin elogia Curry e Thompson: “Hanno ridefinito il concetto di buon tiro”

Chris Mullin elogia Curry e Thompson: “Hanno ridefinito il concetto di buon tiro”

di Michele Gibin

Da Warriors a Warriors, l’ex grande Chris Mullin ha solo parole di elogio per Steph Curry e Klay Thompson, star dei Golden State Warriors ed autori principali della rivoluzione del tiro da 3 punti della NBA moderna.

Parlando con Mike Tirico a Lunch Talk Live di NBC Sports, Chris Mullin ha esaltato le doti balistiche dei due “splash brothers” dichiarando come i due “abbiano ridefinito il concetto di cosa sia un tiro accettabile“.

Mullin è stato ai suoi tempi un grande tiratore, ed ha chiuso la sua carriera con il 38% al tiro pesante su una mole di tentativi molto minore rispetto a quella di Steph e Klay, e frutto di un basket diverso tra anni 80 e 90. Questione anche di allenamento, per Mullin: “Cosa è ambiato? Oggi le squadre viaggiano ad esempio su voli privati, e più veloci, hanno molto più tempo per allenarsi e facility molto migliori. Ai miei tempi a Oakland, al mattino ci dicevano a che ora ci sarebbe stato l’allenamento quel giorno, e dove. E poteva essere una palestra qualunque (…) Curry e Thompson hanno lavorato così tanto sul loro tiro e sul loro fisico, e nel frattempo il gioco si è esteso ben oltre la linea dei 3 punti“.

Chris Mullin ha giocato per 12 stagioni ai Golden State Warriors, raggiungendo i playoffs in 6 stagioni e guadagnandosi 5 convocazioni all’All-Star Game nella squadra famosa per il “Run DMC” assieme a Tim Hardaway e Mitch Richmond. Nel 1997 Mullin fu spedito agli Indiana Pacers in cambio di Erick Dampier, e con i OPacers raggiunse la finale NBA 2000, persa per 4-2 contro i Los Angeles Lakers.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi