fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Steph Curry: “Per i giocatori Green e Westbrook sono sopravvalutati? Non ci hanno mai giocato contro”

Steph Curry: “Per i giocatori Green e Westbrook sono sopravvalutati? Non ci hanno mai giocato contro”

di Lorenzo Brancati

Ieri è stato reso pubblico un sondaggio condotto dalla testata The Athletic.com, a quanto pare, tra 127 giocatori NBA. Essi dovevano rispondere a varie domande riguardanti i loro colleghi. Le assegnazioni spaziavano dal più forte di tutti i tempi, all’MVP di questa stagione, fino ad una categoria che ha fatto particolare scalpore.

A far discutere maggiormente è stato il voto per il giocatore più sopravvalutato della Lega. C’è da sottolineare che solo in 47 hanno risposto a questo quesito. I due “vincitori” della categoria sono stati Russell Westbrook e Draymond Green, entrambi con il 17% dei voti, ovvero 8 su 47. Un campione piuttosto basso per arrivare a considerarla un’opinione generale, ma che comunque fa notizia.

Gli altri nomi andati per la maggiore in questa categoria sono stati quelli di Jimmy Butler, Andrew Wiggins e Karl Anthony Towns, con il 6.3% dei voti.

Steph Curry: Votate loro due? Non ci avete mai giocato contro!

I voti ricevuti da Westbrook e Green sono senza dubbio controversi, ma il processo mentale che li ha prodotti è comprensibile.

Partiamo da Westbrook. Il playmaker degli Oklahoma City Thunder sta sfornando record su record di recente: tripla doppia da 20-20-20 e terza stagione consecutiva con una tripla doppia di media. Tuttavia risulta uno dei giocatori più criticati proprio per il suo stile di gioco, secondo molti troppo accentratore ed egoista. Non ci vuole così molto a seguire la scia lasciata già da moltissimi sulle prestazioni del numero 0.

Draymond Green, invece, è una persona che di certo non ha a cuore farsi amare dai suoi avversari. Amante del Trash Talking, non si tira mai indietro se c’è da discutere o provocare. Quale occasione migliore dunque per attaccarlo, se non approfittare della sua stagione negativa a livello statistico. Ma se l’analisi fosse oggettiva, metterebbe in luce il fatto che le sue qualità vadano oltre i numeri, da condividere inoltre con 4 stelle sul parquet della Oracle Arena, da questa stagione.

Lo stesso Steph Curry ha commentato in maniera ironica questa votazione:

“Chi sono questi 109 (in realtà hanno votato in 47, ndr) giocatori? Non può essere nessuno che abbia mai davvero toccato il parquet davanti a quei 2! In bocca al lupo!”

La faccina del clown alla fine del suo messaggio la dice lunga su come andrebbero presi questi sondaggi. Ovvero facendogli lasciare il tempo che hanno trovato.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi