fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Damian Lillard vuole le Olimpiadi: “Il mio piano è giocare a Tokyo”

Damian Lillard vuole le Olimpiadi: “Il mio piano è giocare a Tokyo”

di Michele Gibin

Damian Lillard è stato uno dei più altisonanti tra i forfait eccellenti che ai Mondiali FIBA 2019 hanno probabilmente condannato Team USA ad un torneo modesto, ma la star dei Blazers non considera chiuse le porte della nazionale, con un’Olimpiade alla porte.

Le Olimpiadi? Il mio piano è quello di esserci” Conferma Lillard a James McKern di News.com.auMi piacerebbe esibire una medaglia olimpica nella mia bacheca dei trofei“. Damian Lillard è già la seconda star NBA che, sull’onda delle due sconfitte consecutive di Team USA, guarda alla prossima estate ed a Tokyo: il primo era stato l’ala dei Golden State Warriors Draymond Green.

Damian Lillard marca James Harden

Damian Lillard marca James Harden, i due saranno a Tokyo 2020?

Lillard ha spiegato di non aver prestato però particolare attenzione al torneo in Cina, tanto da essersi perso il quarto di finale contro la Francia di Rudy Gobert: “Ero su Instagram Live e qualcuno mi ha detto il risultato, mi ero completamente dimenticato“. Distrazione probabilmente giustificata per Dame, che ha vissuto un’estate piena di eventi con l’uscita della sua terza fatica discografica, “B.I.G. DOLLA”, e che si trovava in Australia nei giorni del mondiali per un impegno promozionale targato Adidas, tappa di un ampio tour attraverso l’Asia.

La point guard dei Blazers non ha mai vestito la maglia della sua nazionale in carriera in tornei FIBA. Nel 2014 Lillard fu uno degli ultimi tagli di coach Mike Krzyzewski assieme a Kyle Korver, Gordon Hayward e Chandler Parsons e non volò in Turchia con i suoi compagni.

Damian Lillard: “Whiteside aggiunta importante, avremo una chance”

Prima di Tokyo, Damian Lillard ed i suoi Portland Trail Blazers avranno davanti una stagione i cui gli uomini di coach Terry Stotts dovranno tentare di riconfermarsi ai livelli dell’annata passata. La finale della Western Conference raggiunta lo scorso anno è il miglior risultato dei Blazers dal lontano 2000, ma “Dame Dolla” non vuole fermarsi: “Noi ci siamo sempre, nonostante tutto quello che si dice. E’ quasi un vantaggio essere sottovalutati, volare sotto il radar“.

I giocatori nuovi ci completano, Hassan Whiteside è un giocatore pericoloso perché può ricevere in lob ed è un grande stoppatore, non abbiamo mai avuto un giocatore così prima. (Whiteside, ndr) coprirà la posizione e poi quando tornerà Nurk (Jusuf Nurkic, ndr) saremo al completo

Giocatori di grande esperienza come Kent Bazemore” Prosegue Lillard “Pensateli in campo con me e C.J. (McCollum, ndr), con Zach Collins, con Rodney Hood e con Anthony Tolliver. Abbiamo così tante soluzioni a disposizione che sono convinto che avremo un’altra chance“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi