Twolves, Derrick Rose suona l'allarme: "Molli e disattenti, così non va"
127138
post-template-default,single,single-post,postid-127138,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Twolves ancora KO, Rose suona l’allarme: “Soft e disattenti, dovremmo dare tutto in campo e invece niente”

Twolves ancora KO, Rose suona l’allarme: “Soft e disattenti, dovremmo dare tutto in campo e invece niente”

La quarta sconfitta di fila dei suoi Minnesota Timberwolves, sul parquet dei derelitti Phoenix Suns, non è andata giù a Derrick Rose. L’ex MVP ha rimproverato alla sua squadra la scarsa attenzione e la poca energia messa in campo, nonostante il periodo negativo dei Twolves.

L’iniezione di energia data dalla fine della telenovela Jimmy Butler pare terminata in Minnesota. I Timberwolves di coach Tom Thibodeau hanno lasciato per strada la quarta partita di fila, la quarta su quattro trasferte.

Portland, Golden State, Sacramento e Phoenix le fermate mancate. Se per una squadra in fase di riassetto può essere tollerabile perdere al Moda Center, ad Oakland ed in casa dei rivali diretti Sacramento Kings, la sconfitta contro i Phoenix Suns (6-24) lascia davvero l’amaro in bocca.

Derrick Rose, uno dei membri più esperti dello spogliatoio Twolves, ha suonato al termine della gara l’allarme generale:

Non siamo scesi in campo con quella carica, quella forza della disperazione indispensabile per una squadra reduce da tre sconfitte consecutive, e che vuole vincere. Esiste un solo modo di giocare. Ed è questo. Non puoi scendere in campo con leggerezza, con poca attenzione, con noncuranza. Si scende in campo e si gioca alla morte, specialmente quando hai perso tre partite di fila. Stasera non si è visto nulla di tutto ciò, ed è arrivata la quarta sconfitta

– Derrick Rose dopo Suns-Twolves –

 

I Suns si sono imposti per 107-99. Nelle ultime quattro gare, i Timberwolves hanno subito 119,2 punti a partita.

Minnesota ha segnato solo 17 punti nell’ultimo quarto. D-Rose uno degli ultimi ad arrendersi, con una partita da 25 punti e 11 su 16 dal campo in 33 minuti uscendo dalla panchina. Karl-Anthony Towns ha segnato 28 punti ed aggiunto 12 rimbalzi, ma la percentuale di tiro (11 su 26, 1 su 7 da tre punti) non è certo da uomo d’area.

Per i Suns, il ritorno di Devin Booker ha dato per lo meno un punto di riferimento offensivo degno alla squadra di coach Igor Kokoskov.

Per “Book” 28 punti, 7 rimbalzi e 7 assist in 36 minuti di gioco. Nel turbinio di point guard, guardie trasformate in point guard, tagli e trade prima mancate e poi finalizzate, dal fondo della panchina è spuntato nelle ultime partite per i Suns De’Anthony Melton da USC.

La guardia al primo anno, arrivata in estate dagli Houston Rockets nell’affare Ryan Anderson, ha choiuso la sua partita con 9 punti, 5 rimbalzi, 3 assist e 2 recuperi in soli 21 minuti di gioco. Nelle ultime 10 gare, complice anche l’assenza di Booker, Melton sta viaggiando a 9.1 punti e 4.1 assist a partita, in 21.9 minuti d’impiego.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment