fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Golden State Warriors, gli allenamenti ricominciano ma senza Steph e Draymond

Golden State Warriors, gli allenamenti ricominciano ma senza Steph e Draymond

di Filippo Beltrami

I Golden State Warriors sono ritornati ad allenarsi ma senza Stephen Curry e Draymond Green, fa sapere coach Steve Kerr. “Prima di tutto bisogna dire che sono dei camp volontari. Sia io che Bob (Myers, il GM della squadra) siamo stati in contatto con Steph e Draymond e siamo ben a conoscenza delle circostanze in cui si trovano. Entrami hanno importanti problemi familiari e quindi sono assenti giustificati.

Curry e sua moglie Ayesha hanno tre figli a casa di cui prendersi cura, mentre Green e la sua compagna Hazel hanno recentemente dato il benvenuto al secondo figlio. “Se vorrei che fossero qui? Certo che lo vorrei. Stiamo guardando tutte queste squadre nella bolla. Anche quelle che non hanno fatto i playoffs hanno avuto sei settimane per allenarsi, giocare e  provare schemi e formazioni. Noi non abbiamo avuto questa opportunità, quindi cercheremo di fare quello che possiamo in queste due settimane. Proprio come le altre sette squadre che non sono andate ad Orlando, cercheremo di lavorare molto e tirare fuori il più possibile da questa esperienza. Tanti ragazzi tireranno fuori il meglio di loro qui e miglioreranno molto. Non sono preoccupato di Steph e Draymond. So quanto lavorano duro e so che saranno pronti per la nuova stagione,” ha detto Steve Kerr.

Warriors, una stagione sfortunata per Curry e Green

Curry ha giocato solo cinque partite la scorsa stagione, prima di rompersi la mano sinistra, mentre Green ha giocato 43 partite, ma anche lui ha avuto qualche problema per quanto riguarda gli infortuni. “Sono a casa con le loro famiglie, e si sono guadagnati questo diritto,” ha detto il rookie dei Golden State Warriors Jordan Poole.Entrambi hanno giocato più di 500 partite negli ultimi 5 anni e con tutto quello che hanno realizzato, si sono guadagnati il diritto di avere un po’ di riposo in più. E poi D (Draymond Green, ndr) ha appena avuto un figlio, quindi congratulazioni a lui e alla sua famiglia. Ci piacerebbe molto averli qua con noi, ma questa è stata una loro decisione e noi lotteremo fin quando non torneranno.”

Un ritorno importante per i Golden State Warriors: Klay Thompson

Klay Thompson, il quale ha saltato tutta la scorsa stagione a causa della rottura del crociato del ginocchio sinistro avvenuta in gara 6 delle NBA Finals 2019, dovrebbe unirsi alla squadra in questo fine settimana. Sia Thompson che Eric Paschall hanno saltato l’allenamento di mercoledì perché “erano ancora sotto controllo per quanto riguarda i test fatti dalla lega”, per coach Kerr. “Sta bene,” ha detto Kerr su Thompson. “Si è allenato qui al centro di allenamento per molti giorni di fila, 5 o 6 se non sbaglio, con Chris DeMarco (un assistente allenatore degli Warriors, ndr), e Chris mi ha dato delle notizie davvero positive. L’ho osservato per qualcuno di quei giorni e devo dire che Klay mi ha fatto davvero un’ottima impressione. E lui è impaziente di tornare a giocare, e noi siamo molto felici di questo.”

Questi sono stai sei, sette mesi davvero duri per chiunque sulla Terra,” ha detto Steve Kerr. “Questa pandemia e il modo che questa ha colpito le vite di tutti, da un punto di vista di salute, da un punto di vista economico e anche solo dal punto di vista emotivo. Quindi penso che noi, per la nostra squadra, è stato davvero un sollievo poter tornare a giocare a basket. Poter tornare a competere, a ridere, a divertirci. I ragazzi stanno benissimo. C’è molta positività e si divertono molto. È la prima volta, davvero, che ognuno di loro può giocare al vero basket, invece che i soliti uno contro uno da molto tempo. Quindi è stato molto bello rivederli sul campo.”

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi