Bulls, nuovo infortunio per Wendell Carter Jr, niente Summer League
143161
post-template-default,single,single-post,postid-143161,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Bulls, nuovo infortunio per Wendell Carter Jr, niente Summer League

infortunio wendell carter jr

Bulls, nuovo infortunio per Wendell Carter Jr, niente Summer League

Chicago Bulls, infortunio per Wendell Carter Jr, il lungo al secondo anno dovrà saltare l’intera summer league a causa di un problema ai muscoli addominali.

Carter Jr si sottoporrà ad intervento chirurgico il prossimo 9 luglio per riparare una lesione ai muscoli addominali, come riportato dagli stessi Bulls. Il giocatore sarà perfettamente recuperato per l’inizio del training camp di settembre.

Secondo infortunio importante per il prodotto di Duke, limitato a sole 44 partite nella sua prima stagione NBA da un problema al pollice della mano sinistra accusato nel marzo scorso. Un’annata importante per Carter, da 10.3 punti e 7 rimbalzi a partita in oltre 25 minuti di impiego.

Infortunio per Wendell Carter Jr, lungo del futuro in casa Bulls

Wendell Carter Jr sarà una pedina fondamentale per i nuovi Chicago Bulls: coach Jim Boylen punterà sui miglioramenti offensivi e difensivi dell’ex Blue Devils per costruire una front line versatile assieme al finlandese Lauri Markkanen, star in erba della squadra.

Con la partenza in direzione Milwaukee Bucks di Robin Lopez, aumenteranno le responsabilità per Carter Jr che partirà titolare davanti a nuovi acquisti Thaddeus Young e Luke Kornet, ex New York Knicks.

I Chicago Bulls prepareranno la stagione 2019\20 con alcuni problemi di abbondanza nel reparto guardie, dopo gli arrivi di Coby White da North Carolina dal draft 2019 e del ceco Tomas Satoransky che andranno a competere per i minuti di gioco con Kris Dunn e Ryan Arcidiacono, appena confermato con un contratto triennale.

Markkanen e Zach LaVine saranno i punti fermi della squadra, Otto Porter Jr e Thaddeus Young i veterani alla cui esperienza coach Boylen si affiderà in un team di talento, ma ad oggi privo di pericolosità perimetrale dietro all’ala finlandese.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment