fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Jimmy Butler si scaglia contro Chris Paul a difesa di Duncan Robinson: “Non te la prendi con i miei ragazzi”

Jimmy Butler si scaglia contro Chris Paul a difesa di Duncan Robinson: “Non te la prendi con i miei ragazzi”

di Gabriele Melina

Questa notte, i Miami Heat di Jimmy Butler sono scesi in campo in quel di Orlando per sfidare gli Oklahoma City Thunder. Entrambe le squadre hanno sorpreso e ribaltato i pronostici di inizio anno, dando vita ad una stagione sicuramente al di sopra della aspettative. Per i ragazzi di coach Erik Spoelstra, il grande impegno e la notevole fiducia nelle giovani armi sono valsi il quarto posto ad est, attraverso un record di 44 successi a fronte di 28 sconfitte.

Per quanto riguarda la franchigia dell’Oklahoma, invece, nonostante le previsioni alquanto negative l’annata 2019\20 ha garantito l’accesso ai playoffs da quarta posizionata nella Western Conference. L’incontro tenutosi al Visa Athletic Center ha visto i Thunder portarsi a casa una vittoria solo negli ultimi cruciali minuti, come si può notare dal risultato finale 116 a 115.

Pur essendo stati quarantotto minuti interessati, il momento cruciale della gara per noi ascoltatori d’oltreoceano è giunto nel secondo quarto. Con meno di un minuto all’intervallo, l’all-star Chris Paul cerca di effettuare un recupero del pallone dalle mani di Duncan Robinson, ma il possesso rimane agli Heat con una conseguente rimessa laterale. Butler, al primo anno nello stato della Florida, effettua quindi il passaggio direttamente nelle mani dello stesso Robinson.

A questo punto, l’ex point-guard degli Houston Rockets cerca l’ennesima palla rubata, ma, una volta ottenuto il pallone, è costretto a scaraventarlo contro la schiena del tiratore ventiseienne per non uscire dal campo. L’azione prosegue, tuttavia, al turno successivo Butler ha in serbo la sua personale vendetta nei confronti di Paul.

Jimmy Butler senza scrupoli: “Se te la prendi con i miei ragazzi, poi devi vedertela con me”

Palla in mano ai Miami Heat, e l’ala cinque volte all-star gioca un blocco con Duncan Robinson, per ottenere il cambio difensivo e poter attaccare Chris Paul. Pochi secondi dopo, quest’ultimo è a terra a seguito di un clamoroso sfondamento causato dall’ex Minnesota Timberwolves. Inutile evidenziare la ragione per tale ferocia.

“Non tiri la palla in quel modo contro un mio compagno”, ha affermato Butler nel post partita. “Qui, noi non ci comportiamo in questo modo. Se te la prendi con uno dei miei ragazzi, specialmente uno dei miei tiratori, poi devi vedertela con me e con tutti gli altri”.

Per il trentenne nativo del Texas, l’occasione di difendere i propri compagni si ripresenterà con l’inizio della corsa al titolo: al primo turno, il duello con T.J. Warren sarà sicuramente al centro della sfida tra Heat ed Indiana Pacers. Anche per Chris Paul la “vendetta” sarà servita sul piatto d’argento, attraverso la serie d’esordio contro gli Houston Rockets, i quali hanno scambiato la scorsa estate lo stesso Paul per raggiungere la superstar Russell Westbrook.

 

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi